Whooming gratuito vs chiamate anonime » Per saperne di più

1. Whooming gratuito vs chiamate anonime
2. Whooming gratuito vs chiamate anonime » Come funziona
3. Whooming gratuito vs chiamate anonime » Conclusioni

Whooming gratuito vs chiamate anonime

Per scoprire il numero del chiamante nel caso di telefonate anonime, effettuate oscurando il numero telefonico, sino ad oggi l'unica possibilità era quella di richiedere al proprio operatore l'attivazione, concessa generalmente per brevi periodi di tempo, del cosiddetto servizio override.

Tale servizio, poco conosciuto, può essere attivato su richiesta dell'utente sia nel caso di linee fisse che mobili dietro il versamento di un canone di abilitazione d'importo variabile.

Nel caso di comportamenti particolarmente gravi da parte del chiamante anonimo (minacce, molestie, stalking) l'unica alternativa, sino ad oggi, era quella della denuncia alle autorità competenti.

A beneficio di tutti gli utenti italiani è arrivato Whooming, un servizio, per il momento offerto a titolo completamente gratuito, che consente di scoprire il numero di una chiamata anonima.

Il servizio è senza dubbio innovativo perché nulla di simile era mai stato presentato prima d'ora, almeno nel nostro Paese.

Whooming gratuito vs chiamate anonime » Come funziona

Il meccanismo su cui si basa Whooming è molto semplice: il servizio mette a disposizione un numero fisso con prefisso italiano, 06, verso il quale si dovranno trasferire tutte le chiamate anonime.

Il numero telefonico romano non risponderà mai ma, all'arrivo dei primi squilli, provvederà automaticamente a stabilire la numerazione del chiamante.

Basterà quindi impostare una deviazione sulla propria utenza verso il numero di Whooming.

Ogni volta che si rifiuterà una chiamata anonima, questa sarà dirottata sulla numerazione di Whooming che stabilirà immediatamente ed in modo automatico l'identità del chiamante anonimo.

Sul sito ufficiale di Whooming non è stata al momento pubblicata alcuna spiegazione “tecnica” sul funzionamento del servizio.

Possiamo facilmente ipotizzare, tuttavia, come avvenga l'apparente magia.

Per effettuare una chiamata anonima da una linea fissa è sufficiente anteporre lo speciale prefisso *67# al numero telefonico da chiamare. Il meccanismo funziona correttamente con tutti i principali operatori di telefonia fissa.

Viceversa, per chiamare anonimamente da un cellulare, di solito è sufficiente anteporre il codice #31# al numero telefonico da contattare.

Premesso che la centrale telefonica conosce il reale numero del chiamante e che uno speciale flag permette di evitarne l'esposizione all'utente chiamato.

Il team di Whooming, evidentemente, deve essersi accordato con qualche operatore per disattivare l'attributo anonimo su qualunque chiamata in ingresso diretta verso la loro numerazione 06.

Ecco quindi spiegato l'arcano: rifiutando una chiamata anonima e trasferendola automaticamente verso la numerazione romana di Whooming, il numero del chiamante sarà subito reso in chiaro.

L'utente riceverà l'indicazione relativa ai numeri anonimi rifiutati e rediretti verso il numero 06 di proprietà di Whooming attraverso un messaggio di posta elettronica oppure accedendo alla propria area privata sul sito del servizio.

Whooming mette a disposizione una semplice pagina di test che mostra le utenze che hanno chiamato il numero telefonico 0694802015 utilizzando i prefissi *67# da fisso oppure #31# da terminali mobili.

Componendo *67#0694802015 oppure #31#0694802015 , si effettuerà una chiamata anonima verso il numero di Whooming (non risponderà nessuno, neppure un risponditore automatico: la chiamata verrà rigettata).

L'apposizione dei caratteri #, tuttavia, sembra effettuata in modo casuale. Potrebbe quindi accadere, come abbiamo notato nel caso di alcuni numeri, che Whooming oscuri solo le prime cifre (prefisso internazionale e parte del prefisso) rendendo piuttosto semplice ipotizzare la corretta completa numerazione.

Un comportamento, questo, sicuramente da migliorare.



Whooming gratuito vs chiamate anonime » Conclusioni

Concludendo, possiamo affermare che whooming è il servizio che metterà fine alle chiamate anonime.

Basta registrarsi sul sito e seguire le istruzioni per sapere chi ci chiama al telefono, anche se cerca di nascondere la propria identità tramite l'apposita funziona del cellulare o con i servizi delle compagnie telefoniche.

Totalmente gratuito, Whooming puotrà aiutarci a identificare gli scocciatori, che si tratti di centralini che fanno marketing o di angoscianti stalker.

La società, che si chiama come il servizio, è attiva in USA, Italia, Grecia, Spagna, Svizzera, Regno Unito e Romania e gestisce già la bellezza di 700.000 chiamate al giorno, l'80% delle quali proprio nel nostro paese.

Un innovazione utile e, almeno per il momento, gratuita.

22 maggio 2013 · Giovanni Napoletano

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

privacy e dignità debitore, tutela consumatori - fonia adsl RAI e pay tv

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su whooming gratuito vs chiamate anonime » per saperne di più. Clicca qui.

Stai leggendo Whooming gratuito vs chiamate anonime » Per saperne di più Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 22 maggio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria privacy e dignità debitore Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca