Chi redige il verbale di multa deve specficare  perchè non si è potuto procedere alla contestazione immediata

Chi redige il verbale, quando non si trova in uno dei casi in cui la legge prevede espressamente la possibilità di contestazione differita, deve specficare nel verbale perchè non si è potuto procedere alla contestazione immediata della multa.

E lo deve spiegare in maniera specifica e dettagliata, non ricorrendo a formule generiche, di quelle "standard", da "copia e incolla" che ormai si leggono abitualmente nei verbali.

Solo in alcuni casi specifici, stabiliti rigorosamente dall'articolo 201 del C.d.S, è possibile addure, e registrare nel verbale, una motivazione generica per giustificare l'impossibilità di procedere alla contestazione immediata.

Li elenchiamo di seguito:

  • veicolo lanciato a eccessiva velocità;
  • attraversamento incrocio con semaforo a luce rossa;
  • accertamento con dispositivi autorizzati quali autovelox o impianti di rilevazione semaforici;
  • rilevazione dei veicoli che accedono alle Zone a Traffico Limitato;
  • sorpasso vietato;
  • veicolo in sosta ed assenza del trasgressore.

In tutte le altre possibili situazioni l'agente accertatore deve motivare la mancata contestazione immediata.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info



Cerca