Il presunto responsabile dell'infrazione al codice della strada deve essere messo a conoscenza dei fatti e delle motivazioni

divieto di sosta

La notifica del verbale assolve un principio giuridico fondamentale: se un soggetto (l'agente del traffico) ritiene di avere accertato una infrazione alle regole del Codice della Strada, il cittadino responsabile della presunta infrazione deve essere messo a conoscenza dei fatti e delle motivazioni (riportati appunto nel verbale) che hanno dato origine alla sanzione per poter, eventualmente, esercitare il diritto alla difesa attraverso il ricorso.

Se questo diritto viene leso, il verbale è nullo e la sanzione inefficace !!!

Come avviene la notifica del verbale? Essenzialmente secondo due modalità:

1) nel caso di contestazione immediata dell'infrazione, attraverso la consegna diretta del verbale da parte dell'agente accertatore al presunto trasgressore;

2) quando non è possibile contestare immediatamente l'infrazione, attraverso la consegna del verbale al domicilio del presunto trasgressore entro 150 giorni dalla data in cui si ritiene sia stata commessa l'infrazione (90 giorni a partire 13/8/2010)

Prima di affrontare, in un prossimo articolo, l'analisi dettagliata dei più comuni e ricorrenti difetti di notifica del verbale e sui conseguenti motivi di impugnazione del provvedimento sanzionatorio, vale la pena soffermarsi su alcuni aspetti che sono all'origine di verbali nulli e sanzioni inefficaci e che, per la gioia delle sempre vuote casse dell'amministrazione pubblica, risultano troppo spesso trascurati.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il presunto responsabile dell'infrazione al codice della strada deve essere messo a conoscenza dei fatti e delle motivazioni. Clicca qui.

Stai leggendo Il presunto responsabile dell'infrazione al codice della strada deve essere messo a conoscenza dei fatti e delle motivazioni Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 14 agosto 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria quando il verbale è nullo e la sanzione inefficace Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 9 10 11

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca