Vendita a distanza » Difendersi dalle scorrettezze con l'Antitrust

Vendita a distanza » Come difendersi dalle scorrettezze con l’Antitrust

A partire da giugno 2014, sarà possibile segnalare all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm), tramite posta ordinaria, fax o posta, la violazione di alcune norme che regolano la vendita di beni o servizi effettuata a distanza oppure fuori dai locali commerciali.

Avete acquistato, senza volerlo realmente, qualche prodotto vendutovi per telefono o in qualche stand fuori qualche grande magazzino, senza che ci fosse un vostro specifico consenso rilasciato per iscritto? Tra poco, sarà possibile segnalare la pratica scorretta all'Antitrust.

Segnalare all'Agcm la vendita a distanza senza consenso

Da giugno 2014 entreranno in vigore nuove tutele per i consumatori oggetto di pratiche commerciali scorrette.

Più precisamente, ogni consumatore potrà segnalare all'Agcm qualsiasi venditore che abbia violato le norme sulla vendita dei beni a distanza o fuori dai locali commerciale.

Sarà possibile segnalare, ad esempio, la mancata ricezione, da parte del venditore, dell'informativa sull'esistenza del diritto di recesso, oppure il fatto che il venditore abbia rifiutato o ostacolato l’esercizio del diritto di recesso stesso.

Si potrà anche comunicare, inoltre, quando siano venduti servizi o beni aggiuntivi senza il proprio esplicito consenso scritto, pratica spesso usata dai truffatori nei contratti di telefonia.

In questo modo, l'Antitrust potrà accertare e bloccare le pratiche commerciali scorrette.

Da notare che ai segnalanti non sono richieste particolari formalità, versamenti a favore dell'Antitrust o l’assistenza di un avvocato.

Ricapitolando, i consumatori che intendono segnalare una pratica commerciale scorretta o una pubblicità ingannevole possono farlo:

Per consentire all'Autorità di svolgere al meglio il proprio compito di tutela è importante che i segnalanti siano il più possibile precisi e dettagliati nel descrivere i fatti e forniscano, se disponibili, copia dei documenti o dei messaggi per i quali si chiede l’intervento.

L’Agcm, ricevuto il reclamo, esaminerà il caso specifico oggetto della segnalazione inviata dal consumatore e, se la riterrà fondata, potrà sospendere il comportamento scorretto, obbligando a rendere i siti più trasparenti e imponendo sanzioni.

Verrà, così, fornito al cittadino un ulteriore strumento per ottenere una celere tutela nei confronti di condotte scorrette da parte dei venditori.

11 aprile 2014 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , , , , ,

tutela consumatori - pratiche commerciali scorrette, clausole vessatorie e pubblicità ingannevole, servizi non richiesti

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su vendita a distanza » difendersi dalle scorrettezze con l'antitrust. Clicca qui.

Stai leggendo Vendita a distanza » Difendersi dalle scorrettezze con l'Antitrust Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 11 aprile 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - pratiche commerciali scorrette, clausole vessatorie e pubblicità ingannevole, servizi non richiesti Inserito nella sezione tutela consumatori del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info



Cerca