Vale la pena fare ricorso per una multa da 36 euro quando solo l'avvocato ne richiede 200 per scriverlo e per assisterti?

Ho recentemente subito una multa di 36 euro da un ausiliario del traffico per divieto di sosta al di fuori delle strisce blu. Ho letto che fior di legali ed un po' di sentenze dei giudici di pace affermano che gli ausiliari del traffico non possono elevare multe di questo tipo. Posso fare ricorso?

Grazie della risposta, Maurizio

Gentile Maurizio,

la facoltà di elevare verbali per infrazioni al Codice della Strada al di fuori delle strisce blu, da parte degli ausiliari del traffico,  è messa in discussione da una sentenza di Cassazione.

I ricorsi sono validi se presentati entro 60 giorni alla Prefettura (che però quasi sempre li respinge) oppure direttamente al giudice di pace che costituisce anche l'appello (altri 30 giorni) alla decisione della Prefettura.

Il problema è che è difficile fare ricorso per una multa da 36 euro quando un avvocato ne può chiedere 200 solo per presentarsi in udienza.

Quindi valuti lei, se è in grado di scriversi da solo il ricorso. Se poi  è  un pensionato potrà, senza ulteriori danni economici,  anche dedicare parte del suo tempo nella cancelleria del GdP e per presenziare all'udienza.

25 marzo 2009 · Giuseppe Pennuto

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su vale la pena fare ricorso per una multa da 36 euro quando solo l'avvocato ne richiede 200 per scriverlo e per assisterti?.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.