Vademecum sugli interventi di sostegno al reddito in caso di perdita del lavoro

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

L'iniziativa interessa lavoratori e lavoratrici sospesi a causa di crisi aziendali

Il trattamento straordinario e in deroga prevede un'anzianità lavorativa minima maturata presso l'impresa che li sospende. L'indennità, pari all'80% della retribuzione con l'esclusione di alcune voci dello stipendio e con l'applicazione di una soglia massima, viene erogata per 12 mesi e può essere prorogata.

La mobilità ordinaria e in deroga per aziende con oltre 15 dipendenti

Viene riconosciuta a lavoratori e lavoratrici, coinvolti in licenziamenti collettivi in aziende con oltre 15 dipendenti, con anzianità di almeno 1 anno e 6 mesi di effettivo lavoro. L'indennità è pari all'80% della retribuzione, con l'esclusione di alcune voci stipendiali e, come per la CIG, sono previsti dei tetti massimi. Anche i lavoratori licenziati da piccole aziende e quelli che non hanno diritto all'indennità di disoccupazione possono accedere alla mobilità in deroga.

L'indennità di disoccupazione ordinaria spetta a lavoratori e lavoratrici licenziati o costretti a "dimissioni per giusta causa"

Spetta a lavoratori e lavoratrici licenziati o costretti a "dimissioni per giusta causa" con un'anzianità assicurativa, per la disoccupazione, di due anni con almeno 52 contributi settimanali versati nel biennio precedente il licenziamento. L'indennità di disoccupazione varia di importo nel periodo di copertura (8 mesi fino al compimento del 50° anno di età, 12 mesi oltre tale limite). La domanda va presentata tassativamente entro 68 giorni dal licenziamento.

Alla disoccupazione ordinaria con requisiti ridotti hanno diritto i lavoratori dipendenti con un'anzianità assicurativa di due anni

Ne hanno diritto i lavoratori dipendenti con un'anzianità assicurativa di due anni e con almeno 78 giornate di lavoro svolte nell'anno precedente a quello della richiesta dell'indennità. La disoccupazione ordinaria con requisiti ridotti viene pagata per lo stesso numero di giornate lavorate nell'anno precedente. Occorre presentare la domanda entro il 31 marzo di ogni anno.

L'indennità spetta ai collaboratori a progetto

Ai collaboratori a progetto, con requisiti contributivi e reddituali specifici, spetta una indennità una tantum pari al 30% di quanto percepito nel 2009 fino ad un massimo di 4.000 €. L'indennità va chiesta entro i 30 giorni successivi al secondo mese senza contratto di collaborazione.

Ammortizzatori sociali per gli apprendisti

Leggi nazionali e accordi regionali hanno previsto tutele anche per gli apprendisti. Per poter accedere agli "ammortizzatori sociali" il lavoratore deve sottoscrivere una dichiarazione di immediata disponibilità a intraprendere un percorso formativo di riqualificazione professionale.

Per fare una domanda su ISEE e sulle misure di sostegno al reddito - nonchè su tutti gli argomenti correlati a questo articolo - accedi al forum cliccando qui.

19 giugno 2010 · Antonio Scognamiglio

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.