Guida alla scelta del legale - Problematiche frequenti

Quante volte è capitato di sentire la storia di un legale poco onesto e di un cliente che non sapeva come comportarsi?

Ad esempio, è pratica consueta degli avvocati, se c'è un credito in pendenza, non rendere la documentazione ricevuta per la causa.

E' bene sapere che, il legale, è tenuto a restituire, a prescindere dai rapporti economici in corso, i documenti originali appartenenti al cliente e necessari per l'espletamento dell'incarico, non avendo sugli stessi alcun diritto di ritenzione.

Se il legale non desiste, è consigliabile richiedere i suddetti documenti, con una raccomandata con ricevuta di ritorno di messa in mora, eventualmente coinvolgendo l'Ordine professionale competente.

Storia diversa, invece, per gli atti del processo, scritti, memorie o copie di documenti su cui potrebbe correttamente eccepire l'inadempimento del pagamento.

In questo caso, ci si potrà recare in tribunale, fare ricerche ed estrarre copia del fascicolo d'ufficio, anche tramite nuovo legale.

Se avete intenzione di fare causa al vostro ex legale, è molto comune che i colleghi non vogliano mettersi i bastoni fra le ruote, ed è molto difficile trovare un avvocato disposto a farlo.

E' convenevole, in quel caso, rivolgersi, ad un legale fuori sede, o addirittura esporre il problema all'Ordine degli avvocati competente.

Comunque, è bene valutare una causa di responsabilità professionale, prima di procedere e ponderare con il legale anche possibili vie risarcitorie transattive.

Quando si decide di transigere una causa durante un giudizio o anche prima, la legge dichiara le parti solidalmente obbligate al pagamento delle notule dei professionisti.

Infatti, all'articolo 13, comma 8, della nota legge 247/2012, è stabilito che: Quando una controversia oggetto di procedimento giudiziale o arbitrale viene definita mediante accordi presi in qualsiasi forma, le parti sono solidalmente tenute al pagamento dei compensi e dei rimborsi delle spese a tutti gli avvocati costituiti che hanno prestato la loro attività professionale negli ultimi tre anni e che risultino ancora creditori, salvo espressa rinuncia al beneficio della solidarietà .

Generalmente nell'atto transattivo si pattuisce anche questo aspetto, ,ma è sempre bene, esser consapevoli della regola sopracitata e rendersene conto in tempo utile.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su guida alla scelta del legale - problematiche frequenti.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.