Roaming e tariffe dei cellulari in ambito di vacanze all'estero

L'UE fa risparmiare chi viaggia imponendo ulteriori ribassi tariffari: il ribasso maggiore è quello sulle tariffe per i dati in roaming che scende da 45 cent per MB a 20 cent per MB (calcolati per kilobyte usato).

Dall'1 luglio 2014, alcuni operatori di telefonia mobile in Europa consentono agli abbonati di scegliere prima del viaggio un contratto di roaming separato e, se esiste, un fornitore locale di servizi mobili di dati in roaming nel paese che si intende visitare.

È così possibile, quando si è in vacanza, comparare le offerte di roaming nonché prezzi e benefici delle offerte più attraenti.

È una buona notizia: ci si può rilassare e godere l'estate senza perdere il contatto con la famiglia e gli amici rimasti a casa. E ancora migliore è la notizia che l'UE sta lavorando a nuove norme tese a eliminare in modo generalizzato le tariffe di roaming!

Così, dal prossimo Natale, le tariffe di roaming apparterranno al passato e si potrà chattare, inviare testi, scaricare e navigare in qualsiasi paese UE, come da casa propria!

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su roaming e tariffe dei cellulari in ambito di vacanze all'estero.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.