Come fare per consultare un medico quando si effettuano vacanze all'estero

Coloro che si ammalino o subiscano un infortunio mentre viaggiano all'interno di un paese UE o in Islanda, in Liechtenstein, in Norvegia o in Svizzera, hanno diritto a cure di emergenza.

A tal fine, occorre portare con sé la Tessera europea di assicurazione malattia (TEAM).

Essa fa sì che le cure sanitarie saranno prestate alle stesse condizioni e allo stesso costo delle persone assicurate nel Paese di destinazione. Non dimenticare pertanto di chiedere al competente servizio sanitario nazionale il rilascio, a titolo gratuito, di tale tessera.

Per tenere sotto mano i numeri d'emergenza in caso di necessità e per ulteriori informazioni sulle cure coperte, i relativi costi, le modalità di rimborso e le persone da contattare in caso di smarrimento della tessera, scaricare la speciale applicazione per smartphone.

Coloro che soffrono di una malattia cronica e che hanno bisogno di una specialità medicinale durante gli spostamenti all'estero sono avvertiti di farsi rilasciare dal proprio medico curante una prescrizione transfrontaliera prima di iniziare il viaggio

5 agosto 2014 · Tullio Solinas

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su come fare per consultare un medico quando si effettuano vacanze all'estero. Clicca qui.

Stai leggendo Come fare per consultare un medico quando si effettuano vacanze all'estero Autore Tullio Solinas Articolo pubblicato il giorno 5 agosto 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - viaggi vacanze e tempo libero Inserito nella sezione tutela consumatori del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info