Usura e gioco d'azzardo » Osservazioni e Consigli

L'approccio ai giochi: (video, gratta e vinci, lotterie, bingo, videopoker, formula 101, lotto telematico, vinci per la vita, etc) ha sempre un inizio ludico.

Alcune volte, però, finisce nella dipendenza.

Il passaggio successivo per chi non si è saputo controllare diventa, in tempi brevi, compulsivo.

Ad esempio, quando si fuma la prima sigaretta, si dice sempre e con convinzione: Sì, una cicca non fa nulla,figurati. Quando voglio posso sempre smettere.

Da lì a poco, si passa a fumare la seconda, terza sigaretta e cosi via fino ad acquistare il primo dei tanti pacchetti di sigarette che si acquisteranno da ora in poi.

Ci si accorge, pur non ammettendolo, di aver già il vizio e, qualcuno, in seguito, diventerà anche tabagista.

L'inizio al gioco viene anche stimolato da quelle persone a te vicine che, spesso con enfasi, dicono di aver giocato pochi euro e di averne vinti molti.

Queste persone parlano sempre di vincite che sicuramente sono reali.

Però, non parlano mai delle sconfitte, di quanti soldi hanno già perso per arrivare poi, a quella vincita tanto enfatizzata.

In effetti, si verifica lo stesso comportamento di quelle persone che sono vittime dell'usuraio per prestito di denaro finalizzato al proseguimento del gioco.

Questa tipologia di persone usurate, solitamente, passa attraverso due fasi comportamentali.

La prima: ostenta sicurezza, solidità economica, ha atteggiamenti vanitosi e saccenti.

La preoccupazione è di nascondere i propri problemi, non si vuole far vedere di aver sbagliato, di essere dei perdenti, e non solo nel gioco d'azzardo, e tanto meno di essere ammalati.

Si continua con questo atteggiamento sempre più difficile da sostenere, fino al momento della perdita dell'autostima.

La seconda fase si verifica con un crollo psicologico, con crisi di ansia.

In alcuni casi si pensa anche al suicidio ed ha inizio un calvario per il diretto interessato e per chi gli sta vicino, con manifestazioni di irascibilità che spesso terrorizzano i componenti della famiglia, a volte in modo violento, e non si accettano i consigli dei familiari a farsi curare per guarire dalla dipendenza da gioco.

I comportamenti dell'usurato per debiti da gioco sono più preoccupanti delle altre tipologie di persone usurate perché, oltre a continuare a dover soddisfare la propria dipendenza dal gioco, ha anche la necessità di avere denaro per poter saldare il debito contratto con l'usuraio.

Spesso per far fronte ai debiti si vende tutto ciò che si possiede di beni mobili ed immobili, anche le cose più infime: il motorino, la bici.

Si arriva anche a rubare in casa propria: ori, vettovaglie ed altro, di valore e non, simulandone a volte il furto per giustificare la scomparsa degli oggetti ai familiari.

Chi programma un gioco sia esso legale o illegale non lo fa perchè ha motivazioni filantropiche o vuole aiutare qualcuno: benestanti o indigenti.

La macchina da gioco è studiata per fare cassa.

Bisogna sempre ricordarsi che il banco non perde mai, ma trova sempre qualcuno da spennare.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su usura e gioco d'azzardo » osservazioni e consigli .

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.