Usura - Denuncia ed effetti positivi

Le parti s’invertono, sarà lo strozzino che al momento dell'arresto, spesso eseguito in flagranza di reato o al momento dell'avviso di reato, ad avere paura di colui il quale fino a ieri era la sua vittima.

L'usuraio sa bene di rischiare il carcere, ma la sua maggior preoccupazione non è l'arresto, bensì la diffusione della notizia che potrebbe indurre le altre sue vittime, venuto a sapere che ormai è innocuo e perdente, a fargli causa pretendendo la restituzione dei loro beni, finiti in possesso dell'usuraio.

L'usuraio alla fine è un pavido, egli è preso solamente dall'ingordigia del denaro e dal trarre reddito dal suo parassitismo.

Egli, come chiunque viva nell'illegalità, ha necessità di limitare, con arte e raggiri, i possibili rischi di legge e lo fa incutendo paura alla vittima che, presa sempre più dallo sconforto, non ha più forze per reagire, accetta ormai tutto passivamente.

Nelle logiche criminali, ad esempio, il rapinatore, con la sua condotta violenta, sa di rischiare molto e non solo l'arresto ma anche la stessa vita se dovesse verificarsi un conflitto a fuoco con le forze dell'ordine.

Lo strozzino, anche lui criminale, invece, se non viene denunziato non rischia nulla.

La vita la fa rischiare alle sue vittime che, prese dallo sconforto, a volte si suicidano.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su usura - denuncia ed effetti positivi.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.