Tutor autostradale » cosa devi sapere per evitare la multa

Tutor autostradale » Tutto ciò che devi conoscere per evitare la multa

Il tutor autostradale: ne abbiamo parlato fino alla nausea, ma vista la frequenza con cui gli automobilisti italiani si vedono elevare multe con questo strumento, è bene redarre l'ennesimo articolo per spiegare le sue particolarità. E' bene, infatti, conoscere bene il suo funzionamento per evitare sanzioni.

Il tutor, ovvero il dispositivo che calcola la velocità media su un tratto autostradale è relativamente nuovo, ma la sua utilità in termini di sicurezza è stata ampiamente dimostrata.

Come accennato, però, molti ancora non sanno come funziona. Cerchiamo di capirlo insieme.

Il Tutor è un sistema introdotto nel 2005 che rileva la velocità dei veicoli in autostrada: è finalizzato a calcolare la velocità media dei mezzi su un tratto definito e se è superiore ai limiti scatta la multa.

Il dispositivo si trova in numerosi tratti autostradali: la sua introduzione ha migliorato sensibilmente la sicurezza, contribuendo a una riduzione del 50% degli incidenti mortali e del 27% di quelli con feriti.

Eppure, nonostante i quasi 9 anni di attività ci sono ancora molti automobilisti che non conoscono l'effettivo funzionamento del dispositivo.

Questa ignoranza è a dir pocopericolosa: pensate solo a quante volte vi capita di vedere automobilisti che inchiodano i freni davanti alle strutture con le fotocellule, pensando a un controllo della velocità istantaneo.

In realtà, il Tutor non calcola la velocità instantanea.

Si tratta infatti di un sistema di telecamere e sensori che controllano tutti i veicoli che passano sotto i sensori.

Il Tutor memorizza il tipo di veicolo e l'ora precisa del passaggio, identificando l'inizio del controllo

In pratica il dispositivo memorizza il tipo di veicolo e l'ora precisa del passaggio, identificando l'inizio del controllo.

Nei sensori disposti successivamente, generalmente posizionati dopo un certo numero di Km, il sensore e la telecamera verificano il passaggio del mezzo e calcolano la velocità media dividendo i chilometri percorsi da un controllo all'altro con il tempo impiegato.

Se l'autovettura si trova sopra i limiti consentiti, la multa è assicurata.

Ultimamente, Autostrade per l'Italia ha scelto, in un'ottica di trasparenza verso i propri Clienti, di rendere pubblica la posizione di tutte lo postazioni fisse per la rilevazione della velocità installate lungo la propria rete e gestite dalla Polizia Stradale.

Le statistiche mostrano come oltre il 90% degli incidenti mortali sia dovuto a comportamenti di guida inadeguati e come ogni anno la velocità causi circa il 60% dei decessi che si verificano in autostrada. Obiettivo dell'iniziativa è la prevenzione degli incidenti stradali educando gli automobilisti, attraverso l'informazione, a moderare la velocità e a rispettare i limiti.

L'invito rivolto a tutti coloro che viaggiano in autostrada e' di guidare con prudenza lungo tutta la rete e non solamente in prossimità dei rilevatori di velocità.

Se non diversamente indicato, il limite di velocità in autostrada e' di 130Km/h.
In caso di pioggia il limite massimo scende a 110 Km/h.

Per sapere in quali strade e tratti sono installati i Tutor è disponibile una mappa all'interno del sito di Autostrade per l'Italia.

4 giugno 2014 · Andrea Ricciardi

Approfondimenti e integrazioni

Briciole di pane - navigare a ritroso nelle sezioni

debiti origine conseguenze tutele
origine dei debiti
multe verbale infrazione notifica
multe da autovelox t-red tutor photored telelaser scout speed
tutor autostradale » tutto ciò che devi conoscere per evitare la multa

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su tutor autostradale » cosa devi sapere per evitare la multa. Clicca qui.

Altri contenuti suggeriti da Google

Struttura del sito ed altre info

la sitemap del sito
staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti