Accordo transattivo a saldo stralcio

Sovraindebitamento e legge 3/2012 - A chi può rivolgersi il debitore per farsi assistere nella procedura di composizione della crisi debitoria

23 agosto 2016 - Tullio Solinas

Come sappiamo, nelle procedure per la composizione delle crisi da sovraindebitamento disciplinate dalla legge 3/2012, e cioè per la presentazione di un'ipotesi di accordo con i creditori (da parte di un professionista non fallibile), di un piano di rientro dal debito del consumatore non professionista o di una proposta di liquidazione del patrimonio, il debitore deve essere assistito da un [ ... leggi tutto » ]

Accordo a saldo stralcio - Come deve essere redatto il testo della quietanza liberatoria

26 giugno 2015 - Simonetta Folliero

Quando il debitore non rispetta il piano di rimborso del prestito che gli è stato erogato e successivamente raggiunge un accordo transattivo a saldo stralcio con la società di recupero cessionaria del credito, particolare cautela va riservata alle modalità con cui deve essere [ ... leggi tutto » ]

Recupero crediti - L'accordo a saldo stralcio non integra una transazione novativa

24 giugno 2015 - Carla Benvenuto

Spesso il debitore perfeziona con il creditore (banca, finanziaria o società di recupero crediti) un accordo transattivo a saldo stralcio che prevede un notevole abbattimento dell'importo originario dovuto (gravato dagli interessi di mora) ed un piano di rientro rateale.  Capita, talvolta, che il debitore non riesca, comunque, a tener fede agli adempimenti concordati: la domanda che ci si [ ... leggi tutto » ]

Accordo transattivo a saldo stralcio - Illegittima la segnalazione in Centrale rischi per un debito rinunciato

23 giugno 2015 - Ludmilla Karadzic

Com'è noto, le disposizioni che regolano le modalità e i presupposti delle segnalazioni nelle Centrali Rischi, pubbliche e private, prevedono che il creditore (banca, finanziaria e società di recupero crediti) anche quando addiviene ad una definizione transattiva, sia sempre tenuto a procedere alla segnalazione, sebbene limitatamente alla quota parte dell'importo non recuperato.  Infatti, [ ... leggi tutto » ]

Se il creditore rilascia quietanza ed il debitore non adempie si presume comunque avvenuto il pagamento

29 maggio 2015 - Annapaola Ferri

A fronte di una quietanza, cioè di atto rilasciato dal creditore al debitore, al creditore quietanzante non è sufficiente provare di non avere ricevuto il pagamento.  Il creditore è ammesso ad impugnare la quietanza non veritiera soltanto attraverso la dimostrazione, con ogni mezzo, che il divario esistente tra realtà e dichiarato è conseguenza di errore di fatto o di violenza.  Fuori di [ ... leggi tutto » ]

Sovraindebitamento: le opzioni consentite dalla legge 3/2012 per ottenere l'esdebitazione » Una via d'uscita dal tunnel dei debiti

15 maggio 2015 - Andrea Ricciardi

La composizione delle crisi da sovraindebitamento: scopriamo una via di uscita dal tunnel dei debiti.  Una disposizione legislativa, non da tutti conosciuta, ovvero la legge 3/2012 ha, per la prima volta, introdotto nel nostro [ ... leggi tutto » ]

Composizione della crisi da sovraindebitamento per debiti di natura tributaria

12 maggio 2015 - Giorgio Valli

La legge numero 3/2012, afferente le disposizioni in materia di composizione delle crisi da sovraindebitamento, ha introdotto una specifica normativa applicabile alle situazioni di crisi non assoggettabili alle procedure fallimentari; laddove per [ ... leggi tutto » ]

Debito solidale e transazione a saldo stralcio di uno dei condebitori

21 ottobre 2014 - Ornella De Bellis

Facciamo l'esempio di un credito verso tre condebitori solidali, d'importo pari a 90, e ipotizziamo che la transazione a saldo stralcio sulla quota di uno dei debitori abbia determinato il pagamento di 20.  La domanda: gli altri due condebitore restano obbligati per una cifra pari a 70? Non è così, secondo i giudici della Corte di cassazione che hanno affidato le proprie motivazioni alla [ ... leggi tutto » ]

Accordo a saldo stralcio - La segnalazione in Centrale Rischi va limitata al solo importo non recuperato

5 maggio 2014 - Ludmilla Karadzic

Le disposizioni, di natura amministrativa, dettate dal Bankitalia per regolare le modalità e i presupposti della segnalazioni in Centrale Rischi (CR) prevedono che il creditore, anche quando addiviene ad una definizione transattiva in relazione a crediti classificati a sofferenza, sia sempre tenuto, anche a pagamento eseguito, a procedere alla segnalazione, sebbene limitatamente alla quota parte [ ... leggi tutto » ]

Accordo a saldo stralcio e liberatoria per cancellazione dalla CRIF - errori da non commettere

7 settembre 2013 - Simone di Saintjust

Sono stata segnalata al CRIF come cattiva pagatrice (ho saltato 4 rate da pagare) ma poi ho liquidato tutto alla società finanziaria in un unica soluzione, (questi mi avevano assicurato che non ero stata segnalata) ebbene dopo 1 anno mi è arrivato un avviso di pagamento di 161. 00 euro per spese legali e interessi.  Adesso non risulto più nell'elenco dei protestati, risulto nell'elenco [ ... leggi tutto » ]