Quali sono le truffe più utilizzate ai danni dei consumatori

I prestiti finalizzati continuano ad essere l'obiettivo preferito dei criminali, perché la truffa viene spesso portata a termine presso un punto vendita, come una concessionaria di auto o moto, oppure presso una catena di distribuzione, che rispetto agli istituti di credito hanno l'esigenza di rispondere al cliente in tempi più stretti.

Anche le carte di credito, però, sono una preda molto ambita.

Dalle ultime ricerche, inoltre, emerge chiaramente come stia assumendo proporzioni rilevanti, per numero di casi e importi, anche il fenomeno dell'emissione di cambiali e assegni a nome altrui, con conseguente furto di identità.

L'importo totale di assegni e cambiali protestati emessi con falsificazione della firma e furto di identità ha superato nel 2013 i 20 milioni di euro.

Le truffe più frequenti possono riguardare sia l'utilizzo di carnet di assegni rubati o smarriti, sia l'apertura di un conto corrente, a nome di un'ignara vittima, per poi emettere assegni a suo nome.

In tutti i casi l'assegno, qualora non possa essere incassato, viene protestato, con evidenti ripercussioni sulla vittima del furto di identità.

Se la frode non viene alla luce immediatamente, si rischia di non poter ripristinare la reputazione creditizia della vittima.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su quali sono le truffe più utilizzate ai danni dei consumatori.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.