Tracciabilità del denaro » La guida completa per il consumatore

Il vademecum sulla tracciabilità dei pagamenti

Tracciabilita' del denaro: cosa si rischia pagando in contanti importi pari o superiori ai tremila euro, eludendo la normativa vigente? Ecco una guida esaustiva: dalle locazioni alle operazioni in banca, dal versamento delle tasse agli acquisti al supermercato, dal bollo auto ai pagamenti dilazionati in più rate. Tracciabilita' dei [ ... leggi tutto » ]

Cosa dice la normativa vigente sulla tracciabilità dei pagamenti

Partiamo dal principio generale: sono vietati tutti i pagamenti con denaro contante per importi pari o superiori a tremila euro. Ciò significa che si può pagare in denaro fino a 2.999,99 euro: superato questo tetto il pagamento dovrà necessariamente avvenire attraverso strumenti tracciabili come ad esempio, il bonifico bancario, [ ... leggi tutto » ]

Le regole sulla tracciabilità del denaro sui conti correnti

Su prelievi e versamenti sul conto corrente postale o bancario la regola sulla tracciabilità non vale: dunque, il correntista è libero di prelevare, dal proprio conto, denaro contante per somme pari o superiori a tremila euro. In teoria, dunque, potrebbe anche prelevare cinquemila euro in banconote. Allo stesso modo [ ... leggi tutto » ]

La tracciabilità del denaro in caso di pagamenti con assegni e bollettini postali

Anche qui niente limiti: ogni cittadino è libero di incassare assegni circolari per importi pari o superiori a tremila euro, a condizione, però, che si tratti di assegni circolari non trasferibili. Anche i bollettini postali possono essere pagati in contanti per un importo pari o superiore a tremila euro. [ ... leggi tutto » ]

Gli espedienti più utilizzati per eludere la normativa sulla tracciabilità del denaro

Ricordatelo bene: non è consentito eludere la normativa sul divieto di pagamenti in contanti frazionando il debito in più rate, ciascuna di importo inferiore a tremila euro, al solo fine di evitare gli strumenti tracciabili. Anche i pagamenti rateizzati dovrebbero, infatti, sottostare alle regole sul divieto di contante se [ ... leggi tutto » ]

Altre ipotesi interessanti sulla tracciabilità del denaro

E' chiaro che non sfuggono alle accennate regole anche gli acquisti per beni di consumo quotidiani come la spesa per alimenti o anche per beni di prima necessità. Ad esempio, un'ipotetica spesa di oltre tremila euro deve essere obbligatoriamente pagata con la carta di credito. Se, invece, nell'arco della [ ... leggi tutto » ]

Tracciabilita' del denaro nella sfera dei contratti di locazione

Veniamo ora ai canoni di locazione: da notare bene che anche l’affitto si può pagare in contanti, purché ogni singolo canone sia di importo inferiore a tremila euro. Gli importi pari o superiori a tremila euro, invece, dovranno essere versati con strumenti tracciabili. Comunque, se anche il contratto di [ ... leggi tutto » ]

Tracciabilita' del denaro sulle tasse automobilistiche

Anche le tasse e il bollo auto non fanno eccezione alle regole già accennate: il pagamento delle imposte dovrà avvenire con strum [ ... leggi tutto » ]