Tracciabilità del denaro nella sfera dei contratti di locazione

Veniamo ora ai canoni di locazione: da notare bene che anche l'affitto si può pagare in contanti, purché ogni singolo canone sia di importo inferiore a tremila euro.

Gli importi pari o superiori a tremila euro, invece, dovranno essere versati con strumenti tracciabili.

Comunque, se anche il contratto di locazione indica, quale corrispettivo, una somma annuale di oltre tremila euro, si deve guardare alla singola mensilità.

L'inquilino può quindi pagare mensilmente in contanti in quanto l'importo mensile è inferiore alla soglia massima di tremila euro.

Se, invece, il canone mensile è, ad esempio, di 3.500 euro, ciò impone l'utilizzo di mezzi tracciabili.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca