Fondo di garanzia dell'inps

La richiesta al fondo di garanzia va fatta telematicamente dal sito dell'Inps per chi ha il pin oppure tramite il patronato.

Va precisato che tutti gli atti giudiziari devono essere redatti e sottoscritti da un avvocato: questo procedimento è esente, ciò vuol dire che non vi sono costi di notifiche degli atti, da contributi unificati o di marche da bollo.

Per accedere all'intervento del Fondo i requisiti sono:

  1. la cessazione (per qualsiasi causa) del rapporto di lavoro subordinato;
  2. l'accertamento giudiziale del mancato versamento dei contributi alla previdenza complementare;
  3. l'inapplicabilità al datore di lavoro delle procedure concorsuali;
  4. l'insufficienza delle garanzia patrimoniali del datore di lavoro a seguito dell'esperimento dell'esecuzione forzata (pignoramento negativo o pignoramento mancato del patrimonio del datore di lavoro).

Possono chiedere l'intervento del Fondo di garanzia dell'Inps tutti i lavoratori dipendenti da datori di lavoro tenuti al versamento all'Istituto del contributo che alimenta la Gestione, gli apprendisti, i dirigenti di aziende industriali e i soci delle cooperative di lavoro.

28 maggio 2014 · Andrea Ricciardi

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.