Autovelox e altri dispositivi di rilevamento - I 90 giorni per la notifica del verbale decorrono dalla data dell'infrazione e non da quando l'operatore visiona il fotogramma

Il Ministro Lupi, in risposta ad una interrogazione sul problema presentata alla Camera dei deputati ha affermato che l'interpretazione estensiva per cui il termine di decorrenza per la notifica del verbale di accertamento di una multa parte non dal momento dell'infrazione, ma dal momento dell'accertamento di un operatore, non può essere considerata legittima e i comuni si devono adattare.

Ed ha poi aggiunto che, laddove dovessero pervenire ulteriori segnalazioni di fattispecie analoghe, il Ministero assumerà le opportune valutazioni in ordine all'eventuale emanazione di una circolare esplicativa finalizzata a favorire l'uniformità del giudizio, delle prefetture e dei giudici di pace, nell'attività di decisione dei ricorsi presentati dai cittadini.

Ha poi concluso che il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti considera il rispetto del codice della strada come un giusto rispetto di un'educazione al comportamento e al rispetto del codice della strada e anche dell'incolumità degli altri cittadini e non invece un modo improprio per fare entrate.

In effetti, sul punto c'è da rilevare come l'interpretazione estensiva del termine iniziale della notifica di un verbale di accertamento è in palese violazione anche col principio fissato dalla Corte Costituzionale nella sentenza n. 198/1996, secondo il quale i termini partono dalla data in cui la pubblica amministrazione è posta in grado» di individuare l'infrazione, e non da quella in cui lo fa materialmente.

Per completezza va anche registrata, tuttavia, la piccata risposta al Ministro Lupi dell'assessore alla polizia locale di Milano, il quale ha così commentato la ministeriale tiratina di orecchie Il codice della strada va fatto rispettare, le dichiarazioni del ministro Lupi ci meravigliano, il Comune non fa cassa con le multe ma la polizia locale ha il dovere di sanzionare chi non rispetta la legge e mette a repentaglio l'incolumità propria e quella degli altri utenti della strada. Anche così abbiamo dimezzato gli incidenti a Milano. Nessuna interpretazione estensiva dell'art. 201 c.d.s. bensì un atto di giustizia e legalità: l'accertamento inizia quando l'operatore verifica l'infrazione.

Insomma, la guerra fra milanesi e amministrazione comunale è solo agli inizi. Staremo a vedere quali saranno i prossimi sviluppi.

12 dicembre 2014 · Giuseppe Pennuto

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su autovelox e altri dispositivi di rilevamento - i 90 giorni per la notifica del verbale decorrono dalla data dell'infrazione e non da quando l'operatore visiona il fotogramma.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.