Le differenze tra il Teg Bankitalia ed il Teg su base annua

Il Teg di bankitalia, è un tasso che Bankitalia chiede alle banche secondo una formula indicata nelle istruzioni per la rilevazione del Tegm.

Non si trova quindi nei contratti e la formula con cui viene calcolato non serve per calcolare il Teg di un singolo rapporto ma solo per la rilevazione statistica del Tegm.

Il Teg (su base annua), invece, è il costo effettivo di ogni singola apertura di credito e viene calcolato ex post con le usuali formule di matematica finanziaria.

Va distinto, oltre che dal Teg Bankitalia, dall'Isc (mutui) e dal Taeg (credito al consumo) che sono stipulati ex ante e pubblicizzati per fini di trasparenza.

Il Tegm, infine, è il Tasso effettivo globale medio e non è indicato nel contratto.

È un tasso medio rilevato statisticamente da Bankitalia tra gli intermediari che devono calcolarlo con le formule indicate nelle istruzioni di Bankitalia (Teg di Bankitalia).

La domanda, ora, sorge spontanea: per il calcolo del costo effettivo (Teg) di un prestito si devono applicare le istruzioni di Banca d'Italia oppure no?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su le differenze tra il teg bankitalia ed il teg su base annua.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.