Il decreto bersani sulle liberalizzazioni

L'articolo 2 del decreto-legge numero 223 del 2006 (conversione del decreto Bersani sulle liberalizzazioni) prevede:

  1. l'abrogazione delle disposizioni legislative e regolamentari che prevedono, con riferimento alle attività libero professionali e intellettuali, l'obbligatorietà di tariffe fisse o minime;
  2. l'adeguamento delle disposizioni deontologiche e dei codici di disciplina che contengono le prescrizioni sull'obbligatorietà di tariffe fisse o minime e, in caso di mancato adeguamento, la nullità delle norme in contrasto con la libera concorrenza.

L'abrogazione dell'obbligatorietà delle tariffe fisse, con la conseguente conformazione delle norme deontologiche e dei codici di autodisciplina, mira a rafforzare la libertà di scelta del cittadino consumatore e la promozione di assetti di mercato maggiormente concorrenziali, rendendo possibile la libera concorrenza nel settore dei servizi professionali e garantendo agli utenti un'effettiva facoltà di scelta nell'esercizio dei propri diritti e di comparazione delle prestazioni offerte sul mercato.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il decreto bersani sulle liberalizzazioni. Clicca qui.

Stai leggendo Il decreto bersani sulle liberalizzazioni Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 26 aprile 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 5 novembre 2016 Classificato nella categoria difendersi dai creditori con il gratuito patrocinio - assistenza legale Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info