Arturo parisi

Ma cicciobello prende ancora i mezzi pubblici?

Patrizio Oliva - 18 maggio 2009

Era poco più di un anno fa quando Repubblica titolava:"E Rutelli va in bus nel quartiere Don Bosco" L'articolo iniziava così: Dopo le visite senza preavviso a Tor Pignattara e a Casal Bruciato, Francesco Rutelli ha scelto i mezzi pubblici e la periferia est di Roma per proseguire il suo tour di ascolto della città. All´ora di pranzo, dopo la cerimonia al Quirinale, è tornato nel suo ufficio del Collegio Romano e ha annunciato: «Vado a fare un altro giretto per Roma», incamminandosi a piedi verso piazza Venezia. «Andiamo a caccia di vaffa... « ha detto a chi lo accompagnava, ...

Volevano uccidere il padre, ma il papà (per fortuna) si è suicidato prima - il nostro "doveroso tributo" a uòlter l'africano

Patrizio Oliva - 18 febbraio 2009

Dall'11 al 13 luglio 2008,  si svolse  a Roma un evento organizzato dal gruppo iMille, dal titolo enfatico: "Uccidere il padre". Erano presenti 25 oratori di "spicco", “tutti accomunati dall'essere nuova classe dirigente, dall'essere innovatori nelle proprie professioni, da essere un pò di quell'aria fresca di cui il Partito Democratico e il paese hanno bisogno”. Tra gli altri: Mario Adinolfi, Giovanna Melandri, Ivan Scalfarotto, Marco Simoni e Luca Sofri. Per farla breve,  i Mille è (?) un'associazione piuttosto liquida (non ha nessun iscritto e una sola carica, il portavoce Marco Simoni) che lavora da qualche tempo a un progetto di ...

Uccidete il padre! ma fatelo subito, prima che sia troppo tardi ...

Patrizio Oliva - 12 luglio 2008

Ad aspettare ancora si rischia che sia il padre ad uccidere i figli. Anche se sono mille. Dall'11 al 13 luglio si è svolto a Roma un evento organizzato dal gruppo iMille, dal titolo enfatico: "Uccidere il padre". Presenti 25 oratori di "spicco", “tutti accomunati dall'essere nuova classe dirigente, dall'essere innovatori nelle proprie professioni, da essere un pò di quell'aria fresca di cui il Partito Democratico e il paese hanno bisogno”. Tra gli altri: Mario Adinolfi, Giovanna Melandri, Ivan Scalfarotto, Marco Simoni e Luca Sofri. Per farla breve, iMille sono un'associazione piuttosto liquida (non hanno nessun iscritto e una sola ...

Totò-uòlter - così arturo parisi vede il segretario del pd

Patrizio Oliva - 22 giugno 2008

Arturo Parisi: "Ieri, all'assemblea nazionale del PD, ascoltando la relazione di Veltroni, mi sembrava di essere nella gag di Totò. Sì, quella in cui un signore schiaffeggia Totò chiamandolo Pasquale, e più lo schiaffeggia e più Totò ride. Tanto che quello gli chiede: “Ma come, più io ti meno più tu ridi?” E Totò gli risponde: “E che sò Pasquale io? Volevo vedere dove andavi a finire”. Veltroni è così: pensa che gli schiaffi che gli han dato gli elettori siano sempre diretti al governo Prodi. E in questo modo siamo arrivati al ridicolo di un Pd che continua a ...

Pd, parisi chiede le dimissioni veltroni - serve una "guida seria"

Patrizio Oliva - 22 giugno 2008

A due giorni dall'assemblea costituente che, sia pur con metà dei delegati presenti, ha eletto la direzione del Pd, l'ex ministro della Difesa Arturo Parisi, considerato una "anima critica" del partito, chiede le dimissioni del segretario, spiegando che "c'è bisogno di una guida e di un pensiero che sia almeno serio se non forte". "Mi illudevo di poter distinguere la leadership dal leader e perciò chiedevo a Veltroni di cambiare linea - ha detto Parisi in un'intervista pubblicata oggi dal ‘Corriere della Serà - Sono passati due mesi e di fronte ai ripetuti avvertimenti che ci vengono dagli elettori e ...

Repubblica abbandona uòlter al suo destino?

Patrizio Oliva - 21 giugno 2008

Non so se voi, lettori, ve ne siete accorti. Ma La Repubblica di Ezio Mauro e di Eugenio Scalfari sembra abbia scaricato uòlter. E' da un pò di giorni che la critica latente appare fin troppo evidente (scusate la cacofonia) negli articoli dei giornalisti di questo quotidiano. Sembra, ormai, un ordine di scuderia. Sia ben chiaro, si tratta di articoli che suonano per me, che ho sempre considerato un buffoncello viziato il “lider” del PD, come musica alle orecchie. Ma è anche vero, che per correttezza, un cambio editoriale di questa portata dovrebbe essere accompagnato da una dichiarazione di schieramento. ...

I brogli di uòlter e dei fighetti del loft

Patrizio Oliva - 20 giugno 2008

Appena conclusa la relazione del segretario, sale sul palco Arturo Parisi, uno dei fondatori dell'Ulivo prima e del Pd, e in questi mesi il più convinto nemico del riproporsi di correnti e cordate all'interno del Pd. La relazione, dice, "è una comprensibile difesa di quello che è stato fatto. Purtroppo, però, l'unico giudizio sul nostro operato e sulla dirigenza resta quello degli elettori a livello nazionale, a Roma e nella Sicilia". Sul fatto che "il Pd è l'Ulivo che si è fatto partito" come sostiene Veltroni, Parisi taglia corto: "Allora vuol dire che si è fatto male...(il Pd ndr)". Ma ...

Chi è massimo calearo

Patrizio Oliva - 10 marzo 2008

Massimo Calearo, candidato nel Nord-Est per il Partito Democratico. E' noto come il "Falco di Confindustria". Le solite esagerazioni? A guardarlo sembra un tipo così tranquillo .... Anche se è vero che Massimo è un convinto fan di Clemente Mastella, cui riconosce il merito di aver abbattuto il governo Prodi. Pare anche che Massimo Calearo abbia chiarito con Arturo Parisi, che minacciava le dimissioni nel caso in cui le affermazioni di Calearo (su San Clemente e la propizia caduta del governo Prodi) fossero state confermate ... Ma chiarito cosa? Se il "chiarimento" (acrobazie politiche o patologie uditive, altrimenti non si ...

I fighetti e le fighette del loft

Patrizio Oliva - 6 marzo 2008

La strana coppia (di fatto, ma i PACS o i DICO non c'entrano): Walter Veltroni e Dario Franceschini. Passeranno alla storia come i due che portarono alla disfatta, oops pardon, al trionfo, il Partito Democratico nelle elezioni politiche del 2008? Vedremo. Intanto passiamo in rassegna gli altri fighetti e le altre fighette del loft. ...

Evviva calearo

Patrizio Oliva - 5 marzo 2008

Ecco finalmente uno che ne capisce. Secondo me Arturo Parisi non l'ha visto, se poi si è accontentato del chiarimento. Comunque, era ora che qualcuno riconoscesse all'onorevoleClemente Mastella da Ceppaloni i suoi incontestabili ed eccezionali meriti. articolo da visualizzare in finestra di navigazione anonima del browser articolo da visualizzare in finestra di navigazione anonima del browser Ed un grazie anche a Veltroni che ha pescato nel mazzo il suo jolly. Ma che birichino che sei Walter, mica l'avevamo capito perché avevi candidato Calearo. Insomma, la pensa come te, eravate in sintonia per la caduta del governo Prodi. Ce lo potevi ...

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

cerca