TAEG ingannevole, l'ANTITRUST apre istruttoria

L'Autorità per la concorrenza e il mercato, competente in materia di pubblicità ingannevole, ha comunicato l'apertura di un'istruttoria a carico di Monclick srl, proprietaria del sito di commercio elettronico www.monclick.it, a seguito di una denuncia dell'associazione dei consumatori Aduc.

Ai clienti che decidono di acquistare prodotti di elettronica a rate sulle pagine del sito, la società, in bella evidenza garantisce un Taeg (tasso annuale effettivo globale) pari allo 0%, ma in realtà, in un'altra parte del sito, tale previsione è smentita.

Le reali condizioni prevedono infatti un importo di 14 euro a carico del consumatore per l'imposta di bollo, oltre a una spesa di incasso rata variabile da 1,40 euro a 1,90 euro. In presenza di tali costi, dunque, il Taeg non può essere pari allo 0%.

Come riportato sul sito di Banca d'Italia, infatti: “…nella formula di calcolo del Taeg rientrano parametri ulteriori rispetto al solo rimborso del capitale e degli interessi. Ad esempio, oltre agli oneri relativi al rimborso del capitale, sono presi in considerazione quelli relativi a: spese di riscossione dei rimborsi e d'incasso delle rate (se previste contrattualmente); ogni altra spesa, contrattualmente prevista, connessa con l'operazione di finanziamento”. Se condannata, Monclick srl dovrà pagare una sanzione pecuniaria. L'Aduc aveva denunciato a settembre l'ingannevolezza delle condizioni contrattuali poste in essere da Monclick srl.

L'associazione richiedeva l'intervento dell'Autorità contro la pubblicità in questione, e la sospensione immediata della pubblicazione in via precauzionale.

Per porre una domanda  su tutela e diritti del consumatore, dell'utente dei servizi bancari e finanziari, e del debitore in genere, sul codice del consumo, e su tutti gli argomenti correlati a questo articolo, clicca qui.

23 novembre 2007 · Patrizio Oliva

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su taeg ingannevole, l'antitrust apre istruttoria.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • lorena 23 novembre 2007 at 23:14

    Adesso la procedure è più snella e rapida. Addirittura, per denunciare casi come questi si può chiamare direttamente il call center dell'ANTITRUST al numero verde (gratuito anche con chiamate da cellulare) 800.166.661.