Prassi da seguire dopo il decesso di un familiare - organizzazione del funerale

Il funerale vero e proprio, una volta espletate tutte le pratiche di denuncia del decesso e ottenuto il nulla osta dell'Autorità Giudiziaria, deve essere approntato da ditte specializzate, le cosìdette pompe funebri.

Il funerale non può essere celebrato prima di 24 ore dalla dipartita del proprio caro. Le spese sono a carico di tutti gli eredi secondo le percentuali previste dalla legge o dal testamento, salvo un diverso accordo fra parenti in merito alla ripartizione.

Per le persone indigenti o appartenenti a famiglie bisognose, oppure nel casogli eredi abbiano rinunciato all'eredità, la legge prevede un sistema gratuito di inumazione, cioè seppellimento sotto terra, oppure di cremazione. Il trasporto della salma o delle ceneri invece rimane comunque a carico dei consanguinei.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su prassi da seguire dopo il decesso di un familiare - organizzazione del funerale . Clicca qui.

Stai leggendo Prassi da seguire dopo il decesso di un familiare - organizzazione del funerale Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 4 luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 13 dicembre 2016 Classificato nella categoria successione eredità e donazioni - nozioni generali Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info