Prassi da seguire dopo il decesso di un familiare - denuncia di morte in casa

Se la morte avviene in caso, bisogna innanziutto avvisare il medico curante, affinché accerti le cause della morte e compili il certificato ISTAT.

Successivamente, sarà necessario contattare il medico necroscopo incaricato dalla Asl competente, il quale, non prima di 15 ore dal decesso ma non oltre le 30 ore dallo stesso, procederà all'accertamento ed alla redazione del certificato di morte.

Infine un familiare o una persona delegata, dovrà recarsi, entro le 24 ore dal decesso, presso l'ufficio dello Stato Civile in Comune a denunciare il trapasso del proprio parente, consegnando il certificato di Istat e quello di morte.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su prassi da seguire dopo il decesso di un familiare - denuncia di morte in casa. Clicca qui.

Stai leggendo Prassi da seguire dopo il decesso di un familiare - denuncia di morte in casa Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 4 luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 13 dicembre 2016 Classificato nella categoria successione eredità e donazioni - nozioni generali Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info