Sovraindebitamento – istruzioni per l'uso [Commento 5]

  • Antonella 18 febbraio 2010 at 12:41

    Buongiorno,
    ho già scritto a novembre, per sovraindebitamento per motivi contingenti, solo che io ho lasciato la CSEA il 18/11/2009 dopo essere stata demansionata (ero un terzo livello che dovevo svolgere un lavoro da quinto come se fossi il coordinatore della segreteria didattica, essere stata tre mesi in CIG, continui ritardi nel pagamento degli stipendi) unito da un marito che da ben € 2500 e passato a no ricevere niente per ben due mesi, per poi passare ad aconti di € 1000, ma deve ancora percepire la quattordicesima, la tredicesima, il saldo di dicembre e tutto gennaio. queste due situazioni in simultanea hanno concorso ad aumentare a livello esponenziare le rate insolute, a cui non riusciamo più a ster dientro, anche perchè, nel mentre, le società finanziarie si sono rivolte a recuperatori crediti senza scrupoli, che minacciano atti ingiuntivi (abbiamo pignorabili: una macchina Seat Cordoba euro 2 del 1999, una macchina Citroen C2 del 2004, pochi mobili e nessun bene mobile)e che esigono i pagamenti arretrati solo mediante vaglia postale che costa la bellezza di € 10 cadauno.....
    Ho fissato in data odierna un appuntamento con il Giudice di pace di Racconigi, in provincia di Cuneo, che non ha neanche letto la documentazione che Voi riportate necessaria per la domanda del sovraindebitamento, suggerendomi di rivolgermi ad un legale, tenendo presente che il nostro ordinamento prevede in caso di accensione di un debito, anche il rischio nel caso si futura insofferenza. Gli ho fatto leggere tutte le pagine che ho stampato dal Vostro sito in merito, ma mi ha liquidato dicendomi che non era di Sua competenza e che dovevo patteggiare con i singoli uffici legali.
    Come faccio, però, a contattare questi ultimi, se siamo passati da un reddito familiare di € 3500 a € 1000/1500? Come se non bastasse devo pagare l'affitto € 400, circa € 80 per l'energia elettrica e tra poco arriverà la "stangata" del gas che sarà circa oltre € 500. Non abbiamo neanche i soldi per la spesa, che ci regala mia sorella, a volte i miei genitori, mentre mia suocera, che vive in campagna, ci passa conigli, polli e tacchini. A chi mi devo rivolgere per poter accedere alla domanda?
    In attesa di un Vostro celere riscontro, visto che sono quasi sei mesi che non assolvo ai ratei, porgo cordiali saluti
    Antonella C.

1 3 4 5 6 7

Torna all'articolo