Sospensione della riscossione della cartella esattoriale – a chi chiederla [Commento 2]

  • GOLIATH 17 maggio 2013 at 21:24

    Buonasera,
    vorrei sottoporvi il mio caso: Nel 2000 mio padre è stato truffato dal suo commercialista, il quale invece di pagare le tasse si intascava i soldi.
    Quando abbiamo scoperto il fatto abbiamo sporto denuncia e contattato un avvocato ma da indagine fatte il commercialista risultava nullatenente e quindi su indicazione dello stesso avvocato ma anche per problemi economici non abbiamo continuato per via legale.
    Visto l'impossibilità di agire e il continuo arrivo di cartelle ci siamo dovuti indebitare ulteriormente chiedendo altri prestiti alla banca(mutuo con ipoteca etc…)
    Al momento con la rateizzazione delle cartelle stiamo bene o male pagando il tutto ma purtroppo per pagare Equitalia e i mutui mio padre non ha pagato e non riesce tuttora a pagare le tasse che dovrebbe e quindi ancora ad oggi le cartelle continuo ad arrivare...
    Dopo l.ultima cartella arrivata a febbrario 2013 abbiamo fatto richiesta di sospensione perché ormai non possiamo più e alla richiesta abbiamo allegato la denuncia fatta al commercialista e una lettera scritta da lui come ammissione di colpa, motivando inoltre le difficoltà economiche. Oggi la richiesta ci è stata negata perché riporto testuale “esaminata la documentazione fornita e la posizione reddituale (????) non è possibile accettare la richiesta etc etc.
    Tengo a precisare che lo stipendio di mio padre è circa 4500 euro ma tenendo conto le rate di equitalia,mutui ebollette ovviamente non è sufficiente. E' possibile fare ricorso a questo rifiuto di sospensione? Con l'occasione vorrei chiedere cortesemente anche qualche suggerimento/consiglio riguardo alla situazione generale.

    Ringrazio anticipatamente
    saluti

    • Simone di Saintjust 18 maggio 2013 at 05:08

      Da quanto lei ha esposto, effettivamente non sembrano sussistere i presupposti per una sospensione. Il giudice competente per una eventuale opposizione alla decisione assunta da Equitalia è la Commissione Tributaria Provinciale.

      Il suggerimento è quello di non svenarsi nel pagamento delle rate se il rimborso del debito risulta essere insostenibile per la durata del piano di rientro.

1 2

Torna all'articolo