situazione debitoria e possibili vie di fuga...se ce ne sono...

Buongiorno a tutti e complimenti per il forum, ho visto che avete una risposta per tutti, e ne vorrei una anche io, fosse anche solo di conforto e incoraggiamento.

Fino a 2 anni fa ero un normalissimo consumatore, avevo una normalissima famiglia e ho sempre avuto accesso al credito grazie al mio lavoro da dipendente e alla mia puntualità.

Poi all'improvviso il patatrak, mi separo da mia moglie (e dai miei due figli), affronto delle spese inpensabili fino a quel momento e vado inevitabilmente in sofferenza con debiti accumulati.

In pratica ad oggi ho un debito con una finanziaria di 200€/mese che non pago da quasi un anno e un debito con la Gerit di 2000€ per il quale mi è appena arrivato l'avviso di fermo amministrativo tra 20 giorni.

La mia situazione patrimoniale è di una macchina e del 50% della casa coniugale(per la quale pago regolarmente il mutuo), la quale però, in seguito alla sentenza del giudice sulla separazione, è totalmente affidata alla mia ex-moglie e ai bambini.

Cosa rischio? ok il fermo amministrativo, ma ci sono rischi per la casa anche in virtù del debito con la finanziaria?

A grandi linee questa è la mia situazione, se i piu "esperti" hanno bisogno di ulteriori dettagli sono pronto a fornirli.

Ero del tutto impreparato a questo, veramente non sò più come muovermi e come uscirne fuori, sono 2 anni che non vivo più e se non fosse per i miei figli, certe volte ho veramente voglia di mollare.

Vi ringrazio, Gianni

Intanto Le dico cosa non fare: mollare.

Purtroppo la separazione è uno dei motivi più ricorrenti di dissesto (dovrei dire disastro) finanziario, e quasi costantemente la parte più sofferente è proprio il marito.

La Gerit non può iscrivere ipoteca sull'immobile per somme inferiori agli 8000 €, pertanto nel momento il peggio che poteva succederLe Le sta già succedendo. Può ancora chiedere il rateizzo della cifra entro un massimo di 72 rate.

Per quanto riguarda il prestito, se è stato contratto a firma singola potrebbe (in teoria) essere messa ipoteca sul Suo 50% di proprietà. Tuttavia, è una metodologia di recupero utilizzata con scarsa frequenza dalle finanziarie, proveranno a fare di tutto prima di arrivare a tanto; è prediletto in questi casi il pignoramento del quinto dello stipendio (in caso di lavoratori dipendenti a tempo indeterminato).

Se legge i post del forum vedrà situazioni anche peggiori della Sua, dalle quali alcuni sono riusciti ad uscire a testa alta, altri nel minimo hanno imparato a conviverci, parando i colpi più duri: spero che questo possa esserLe di stimolo ad andare avanti con nuovo slancio, anche e soprattutto per amore dei Suoi figli.

18 febbraio 2011 · Simone di Saintjust

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su situazione debitoria e possibili vie di fuga...se ce ne sono....

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.