La convivenza dei nonni con la vittima dell'incidente ai fini del risarcimento danni è solo un elemento di valutazione

Va ricordato in ogni caso che il risarcimento del danno non patrimoniale scatta per la violazione di ogni bene protetto dalla Costituzione.

E nel caso specifico la lesione nasce peraltro dal reato di omicidio colposo da sinistro stradale.

Insomma: la convivenza dei nonni con la vittima dell'incidente ai fini del risarcimento danni è solo un elemento di valutazione, per quanto significativo.

Sarà il giudice del merito a dover accertate le relazioni affettive esistenti caso per caso (nella specie i nonni si erano legati molto al giovane anche per la morte di un altro nipote deceduto, ironia della sorte, anch’egli in un incidente stradale).

Deve essere tuttavia sottolineato che non esiste alcuna presunzione in favore dei nonni, ma bisogna comunque adempiere all'onere della prova per ottenere il risarcimento danni.

15 ottobre 2013 · Carla Benvenuto

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la convivenza dei nonni con la vittima dell'incidente ai fini del risarcimento danni è solo un elemento di valutazione.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.