Sinistro stradale all'incrocio » Se non si rispetta l'obbligo di prudenza la multa è valida anche se si ha la precedenza

Nell'ambito di un sinistro stradale avvenuto presso un incrocio, anche se si dispone del diritto di precedenza, non bisogna eccedere i limiti di velocità, ma va tenuta una guida prudente: al contrario, la multa è valida.

L'automobilista non può utilizzare come appiglio difensivo la propria provenienza da destra, perché l'eventuale diritto di precedenza non esime dall'obbligo di prudenza.

Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 22358/14.

Da quanto si evince dalla pronuncia in esame, avere il diritto di precedenza non esime dall'obbligo di prudenza.

Infatti, chi si immette nell'incrocio a velocità elevata, senza vedere chi sopraggiunge dall'altra parte, è comunque responsabile del sinistro stradale, pertanto la multa ricevuta è valida.

Praticamente, avere il diritto di precedenza non legittima a compiere azioni avventante e a disinteressarsi delle altre automobili presenti nelle immediate vicinanze.

È buona norma, infatti, guardare sempre se la strada è occupata da altre vetture, in modo da evitare eventuali rischi per la circolazione e conseguenti sinistri.

23 ottobre 2014 · Giuseppe Pennuto

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su sinistro stradale all'incrocio » se non si rispetta l'obbligo di prudenza la multa è valida anche se si ha la precedenza.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.