Siete indebitati e le società di recupero crediti vi perseguitano? Ecco come comportarsi [Commento 50]

  • karalis 29 agosto 2008 at 16:43

    Innanzi tutto vorrei ringraziarti per essere cosí disponibile ed aiutare tante persone che altrimenti non potremmo accedere ad un prezioso consiglio.
    Mi hai risposto: “Fare nulla è l'ultima cosa da fare!!!” perció ho telefonate alla societá recupero crediti ed effettivamente devo dichiararmi in colpa…successe nel 91 che comprai attraverso un credito inunnegozio uno stereo hi-fi per 1,9 milione di Lit; ho pagato 3 rate e poi sono emigrato trascurando il resto delle rate. Perció ‘mea culpà. Adesso i 1,9 mil. (meno de 1000 Euro) sono diventati 18mila Euro… e purtroppo non avendo beni di nessun tipo, né risparmi non posso far fronte al pagamento. La societá recupero mi ha detto che un'unica soluzione di 10mila Euro andrebbe benissimo oppure un piano di rientro per 15mila Euro rateale. Ho risposto che per me é assolutamente impossibile!! Sono scesi fino agli 8000 mila ma neanche lí, realisticamente parlando, potrei far fronte. Ho detto che vedró quello che posso fare e che avrei richiamato. Purtroppo peró tutto ció che posso offrire sono 100 Euro al mese per un anno finché sono in Spagna con la borsa di studio, poi dopo ritorneró in Sudamerica e saró sicuramente senza lavoro e non so se riusciró a far fronte ai quei 100 Euro mensili e non vorrei iniziare un piano di rientro che non so se potró compiere. Lei crede che sia realistico offrire 12 rate da 100 Euro oppure mi rideranno in faccia?. Nella prima comunicazione mi sono dimenticato di dirLe que la Cassa di Risparmio ha venduto la mia pratica ad una societá che la ha a sua volta venduta ad un'altra che successivamente l'ha rivenduta a quest’ultima societá che mi ha rintracciato. Mamma mia che casotto…le cose che si fanno a diciott’anni !!! Mille grazie.

    Commento di Fiona | Venerdì, 29 Agosto 2008

    Io ti consiglierei di non pagare nulla, sei sicuro di essere iscritto nella banca dati dei cattivi pagatori? nel 91′ ancora non esisteva.

    Se poi la tua pratica è di quarta mano ancora meglio, sicuramente via via…. da una cessione all'altra.. hanno smarrito parte della documentazione.

    Per poter procedere con un decreto ingiuntivo devono produrre tutti gli estratti conto ( pensare che ne siano provvisti è come credere agli asini che volano).

    Commento di Pierpaolo Guerra | Venerdì, 29 Agosto 2008

    Fiona, il consiglio del sig. Guerra è senz'altro condivisibile.

    Magari dopo aver fatto richiesta, appunto, della documentazione.

    Anche io sono sicura che non abbiano nulla.Al massimo solo un foglio con la somma dovuta. Ma senza una documentazione dettagliata e probante delle somme a capitale e degli interessi applicati (che qui sono al 99% usurari) nessun giudice concederebbe un decreto ingiuntivo.

    Questo ovvio, vale per il futuro. Nel caso in cui, con un pò di fortuna, riesci a ristabilire la tua situazione economica.

    E, giusto, difficile che nel 91 abbiano potuto iscriverti ad una banca dati di cattivi pagatori. Semmai per esserne certi potresti chiedere un accesso ai dati.

    Le informazioni necessarie sono disponibili nella sezione "CATTIVI PAGATORI"

1 48 49 50 51 52 100

Torna all'articolo