Sfratto vs morosità incolpevole

Grazie ad una misura assistenziale varata dal Governo, sono stati tutelati, nei contratti di locazione, tutti i conduttori che, senza averne colpa, non riescono a pagare il canone al padrone di casa.

A giugno del 2013, è stato istituito, infatti, un fondo di 20 milioni di euro per il 2014 e altrettanti per il 2015. In parole povere, i morosi incolpevoli, ossia con gravi difficoltà economiche, possono attingere dalle casse dello Stato per pagare il padrone di casa e non essere sfrattati.

Del fondo istituito, ne possono beneficiare inquilini che hanno subito licenziamento non per giusta causa, cassa integrazione, mobilità, mancato rinnovo del contratto, riduzione orario di lavoro, cessazione di attività libero-professionali, malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato una riduzione del reddito, che hanno subito un procedimento d'intimazione di sfratto per il quale non sia ancora intervenuto il provvedimento di convalida, oppure per cui sia intervenuta la convalida ma non ci sia stata ancora l'esecuzione.

Per accedere al beneficio bisogna, inoltre, far parte un nucleo familiare a basso reddito, fino a ventunomila euro, avere al proprio interno figli a carico, ultra sessantacinquenni, malati terminali oppure portatori di handicap con invalidità almeno al 66% e non disporre di un'altra abitazione nella stessa regione.

Bisogna poi essere residenti nei comuni capoluoghi di provincia, nei comuni limitrofi con oltre diecimila abitanti e nei comuni ad alta tensione abitativa di cui alla delibera Cipe del 13 novembre 2003 numero 87103.

31 gennaio 2014 · Stefano Iambrenghi

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su sfratto vs morosità incolpevole.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.