Impugnare una cartella esattoriale originata da multe - Mancanza assoluta di motivazione

Vi è altresì, una mancanza assoluta di motivazione dal momento che nella cartella impugnata non emergono, in maniera di consentire un'adeguata difesa, i presupposti di fatto e le ragioni giuridiche che hanno determinato la decisione dell'Amministrazione. In altri termini non emergono dalla suddetta cartella idonei motivi per cui la parte interessata non è stata in grado di recepire il ragionamento logico in base al quale l'Amministrazione ha emesso l'atto impugnato anche in considerazione che non sono stati illustrati in maniera comprensibile gli atti presupposti.

In tale contesto, la parte attrice non è in grado di effettuare alcuna valutazione al riguardo. Da ciò discende che la suddetta cartella deve essere annullata anche sotto quest'ultimo profilo.

Se non a Berlino, sicuramente a Roma c'è un Giudice. Equitalia è avvisata!

Il primo giorno di marzo dell'anno 2012 il Giudice di Pace di Roma, quinta sezione, dott.ssa Maria Gabriella Conocchiella, ha emesso una sentenza che può rappresentare un utile vademecum ad uso del cittadino per proporre ricorso contro la cartella esattoriale originata da multe, ex articolo 615 del codice di procedura civile.

il testo integrale della sentenza

Un grazie all'avvocato Luca Tantalo, autore dell'articolo "Equitalia e cartelle esattoriali - un'interessante sentenza del GdP di Roma" pubblicato su diritto.net che ci ha consentito di venire a conoscenza dell'"esplosiva" sentenza.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su impugnare una cartella esattoriale originata da multe - mancanza assoluta di motivazione.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • giovischi 29 ottobre 2014 at 14:03

    Certo avrei potuto mandare il tutto via RR ma sul loro siito era chiaramente specificato che si poteva mandare la documentazione via email (normale non PEC), via fax o portarla personalmente.

    E' giusto quello che lei dice resta il fatto di aver spedito una documentazione incompleta ma riguarderebbe 1 sola multa.

    Lei non può indicarmi a chi rivolgermi: crede che un sito di associazioni di consumatori (federconsumatori o altri) può aiutarmi in questa battaglia?

    Iniziando almeno stoppo il pagamento e poi il comune deve sempre fare ricorso in cassazione......

    • Ludmilla Karadzic 29 ottobre 2014 at 14:36

      Se lei mi pone una domanda, io ho il dovere di risponderle con onestà, in modo che chi legge sia consapevole dei rischi a cui va incontro. Acquisita tale consapevolezza, il ricorso di chi vuole affermare i propri diritti è senz'altro meritorio. Per quanto riguarda l'assistenza legale credo che la scelta di affidarsi a qualche associazione di consumatori operante sul territorio sia sicuramente la migliore. Mi spiace tantissimo non saperne indicare una in particolare. In bocca al lupo ...

    1 3 4 5