Impugnare una cartella esattoriale originata da multe - Omessa indicazione del responsabile del procedimento

La cartella esattoriale impugnata è illegittima per violazione dell'articolo 7 comma 2 della Legge 27.07.2000 numero 212.

Infatti non reca l'indicazione del soggetto responsabile del procedimento così come prevede il suddetto articolo 7 della legge 212/2000. La norma in questione, infatti, stabilisce che gli atti dell'amministrazione finanziaria e dei concessionari della riscossione devono tassativamente indicare:

  1. l'ufficio presso il quale è possibile ottenere informazioni complete in merito all'atto notificato o comunicato ed il responsabile del procedimento;
  2. l'organo o l'autorità amministrativa presso i quali è possibile promuovere un riesame anche nel merito dell'atto in sede di autotutela;
  3. le modalità, il termine, l'organo giurisdizionale o l'autorità amministrativa cui è possibile ricorrere in caso di atti impugnabili.

La Corte Costituzionale,con la nota ordinanza numero 377 del 09.11.2007, ha precisato in proposito "che l'obbligo imposto ai concessionari di indicare nelle cartelle di pagamento il responsabile del procedimento, ha lo scopo di assicurare la trasparenza dell'attività amministrativa,la piena informazione del cittadino e la garanzia del diritto di difesa, che sono altrettanti aspetti del buon andamento e dell'imparzialità della pubblica amministrazione di cui all'articolo 97, primo comma, della Costituzione.

Pertanto, in assenza dell'indicazione del responsabile del procedimento all'interno della cartella, con l'esatto indirizzo, la suddetta cartella deve essere annullata.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su impugnare una cartella esattoriale originata da multe - omessa indicazione del responsabile del procedimento.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • giovischi 29 ottobre 2014 at 14:03

    Certo avrei potuto mandare il tutto via RR ma sul loro siito era chiaramente specificato che si poteva mandare la documentazione via email (normale non PEC), via fax o portarla personalmente.

    E' giusto quello che lei dice resta il fatto di aver spedito una documentazione incompleta ma riguarderebbe 1 sola multa.

    Lei non può indicarmi a chi rivolgermi: crede che un sito di associazioni di consumatori (federconsumatori o altri) può aiutarmi in questa battaglia?

    Iniziando almeno stoppo il pagamento e poi il comune deve sempre fare ricorso in cassazione......

    • Ludmilla Karadzic 29 ottobre 2014 at 14:36

      Se lei mi pone una domanda, io ho il dovere di risponderle con onestà, in modo che chi legge sia consapevole dei rischi a cui va incontro. Acquisita tale consapevolezza, il ricorso di chi vuole affermare i propri diritti è senz'altro meritorio. Per quanto riguarda l'assistenza legale credo che la scelta di affidarsi a qualche associazione di consumatori operante sul territorio sia sicuramente la migliore. Mi spiace tantissimo non saperne indicare una in particolare. In bocca al lupo ...

    1 3 4 5