Veicolo non assicurato sottoposto a sequestro - la circolazione abusiva non costituisce reato

Come è a tutti noto, i veicoli non possono circolare senza la copertura assicurativa per la responsabilità civile verso terzi: chiunque circola senza la copertura assicurativa è soggetto ad una sanzione amministrativa, viene disposto il sequestro amministrativo (confisca) del veicolo e il conducente è nominato custode con l'obbligo di depositare il veicolo stesso in un luogo di cui abbia la disponibilità, con divieto di circolazione.

La condotta di chi circola abusivamente con il veicolo sottoposto a sequestro amministrativo, perché precedentemente sanzionato per mancanza di copertura assicurativa, integra esclusivamente un illecito amministrativo e non anche il delitto di sottrazione di cose sottoposte a sequestro, atteso che la norma sanzionatoria amministrativa risulta speciale rispetto a quella penale, con la conseguenza che soltanto la prima deve essere applicata.

Così affermano i giudici della Corte di cassazione nella sentenza 43775/14.

22 ottobre 2014 · Ornella De Bellis

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su veicolo non assicurato sottoposto a sequestro - la circolazione abusiva non costituisce reato. Clicca qui.

Stai leggendo Veicolo non assicurato sottoposto a sequestro - la circolazione abusiva non costituisce reato Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 22 ottobre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria multe per violazioni al Codice della strada - informazione e prevenzione Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info