Separazione e opponibilità dell'assegnazione della casa nei confronti dei creditori

Dopo la separazione, l'unica possibilità per opporsi al pignoramento della casa familiare, è di aver trascritto nei pubblici registri immobiliari il provvedimento di assegnazione della casa prima della trascrizione del pignoramento.

Ciò è quanto si evince dalla sentenza 28001/13 della Corte di Cassazione.

In parole povere, ciò vuol dire che il coniuge separato, il quale abbia ottenuto il diritto di assegnazione della casa familiare, per poter evitare un eventuale pignoramento deve trascrivere il provvedimento di assegnazione della casa familiare presso la Conservatoria del Registro Immobiliare del Comune in cui si trova l'immobile.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su separazione e opponibilità dell'assegnazione della casa nei confronti dei creditori.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.