Il ruolo dell'avvocato nella separazione

Nell'ambito di una separazione, il rapporto di fiducia con il proprio legale è fondamentale.

E' di assoluta importanza, però, prima ancora di rivolgersi ad un legale, che si comunichi al coniuge di aver maturato l'intenzione di portare il matrimonio al termine e, di voler decidere insieme a lui le modalità attraverso cui separarsi, in special modo se ci sono figli.

A parte gravi fattispecie, infatti, come violenze fisiche o psicologiche nei confronti propri e/o dei figli, apprendere dell'intenzione di separarsi attraverso la lettera inviata da un avvocato non è, in generale, cosa opportuna in quanto renderebbe di certo l'altro meno disponibile a raggiungere un accordo.

Alcuni Tribunali, comunque, consentono la separazione anche senza la presenza di un legale e, pertanto, qualora si voglia agire in quest'ottica, è bene informarsi presso le cancellerie di quello di competenza.

In questi casi è comunque sempre bene richiedere una preventiva consulenza legale in quanto non tutte le decisioni possono essere accettate dal giudice.

Esistono, infatti, dei diritti cui le parti non possono rinunciare e una convenzione in questo senso sarebbe nulla.

Ad esempio, sarebbe nulla la clausola con cui le parti rinuncino alla possibilità di chiedere una successiva modifica degli accordi raggiunti nel caso in cui si verifichi un mutamento delle situazioni esistenti al momento della separazione.

Pertanto, il consiglio rimane quello di farsi assistere.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il ruolo dell'avvocato nella separazione .

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.