Recupero crediti da Ungheria - Troppo tardi per ricorrere a separazione dei beni?

Mia moglie è ungherese e abbiamo scoperto in questi giorni che è stata vittima di una truffa da parte di suo padre, il quale le ha intestato delle quote di una società a sua insaputa (non per farle del bene, dati i pessimi rapporti).

Ne siamo venuti a conoscenza perché il fisco magiaro ha addebitato 28.000 euro circa sul conto che mia moglie conserva in Ungheria (per tasse non pagate, supponiamo, più eventuali sanzioni). Al di là delle vicende processuali che sicuramente ci saranno, vorrei sapere cosa rischio io in Italia? Abbiamo un conto corrente con i nostri risparmi, siamo in affitto e non abbiamo auto, ma abbiamo due figli e non poter accedere al conto mi terrorizza; possono "bloccarci" il conto? Ci converrebbe ritirare tutti i risparmi? In questo caso ci sono alternative a metterli sotto il materasso? Oppure devono per forza passare attraverso un tribunale italiano e quindi io avrei tutto il tempo di svuotare il conto? E' troppo tardi per ricorrere alla separazione dei beni? Ed eventualmente cosa dovrei fare?

Un'ultima domanda ho letto sul forum di una proposta UE per facilitare il recupero crediti nell'Unione, facilitando i pignoramenti e le procedure di riscossione in genere, potrei sapere il nome della proposta, almeno la tengo d'occhio nel caso venga approvata?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su recupero crediti da ungheria - troppo tardi per ricorrere a separazione dei beni?.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.