Scoperto di conto corrente

Un'altra forma di credito è lo scoperto. Quando il conto corrente va in rosso, perché si spende più di quanto disponibile, la banca copre la somma fino a quando il credito non viene coperto, applicando dei tassi passivi che arrivano anche al 14 per cento annuo. Bisogna ricordare che gli interessi attivi superano di poco lo 0 per cento. Meglio quindi concordare con la banca piccole aperture di credito (fidi) agevolmente accordati, in presenza di stipendi da lavoro dipendente, fino a 2-3 mensilità, avendone certezza di costi e tassi concordati o legati al prodotto.

Con il contratto per il credito al consumo la banca consegna al cliente, che agisca per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta (consumatore) una somma di denaro dietro impegno da parte del cliente medesimo di rimborsarla, unitamente agli interessi, secondo un piano di ammortamento definito al momento della stipulazione del contratto stesso.

Per fare una domanda sullo scoperto di conto corrente,  sugli acquisti a rate, sui finanziamenti in genere, sui contratti di prestito e  su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

26 giugno 2013 · Chiara Nicolai

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Alessio 7 aprile 2009 at 19:23

    Buongiorno,più di un anno fa ho richiesto un fido alla mia banca,cho ho chiuso dopo qualche mese,ora a distanza di un anno dalla chiusura di questo fido mi ritrovo segnalato in crif con l'impossibilità di ottenere un mutuo dalla banca a cui mi sono rivolto,cosa posso fare?