Fare il calcolo giusto

Gli apparecchi elettrodomestici che producono calore (stufe, forni, asciugatrici) o freddo (frigoriferi, congelatori) rappresentano più del 60% dell'elettricità consumata in casa. I primi necessitano di potenze di allacciamento elevate, i secondi sono costantemente in funzione. All'acquisto di un frigorifero si presta generalmente attenzione alla capienza e al prezzo, dimenticandosi che durerà normalmente una quindicina d'anni. Durante questa [unga vita, l'apparecchio costerà in bollette elettriche molto più del suo prezzo d'acquisto. Dunque, un modello di buona qualità classificato "A" sull'etichetta Energia consumerà 50% in meno che un frigorifero classificato "G". Per di più, sarà senza dubbio più silenzioso, più solido e più pratico. Il frigo più a buon mercato non è dunque per forza un buon affare.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.