Dove possono essere installati gli autovelox

Quali sono le strade in cui possono essere installati gli autovelox? Gli apparecchi fissi a funzionalità automatica a distanza possono essere installati su autostrade e strade extraurbane principali (rispettivamente tipo A e B).

Per le strade extraurbane secondarie e urbane di scorrimento (tipo C e D) occorre la disposizione del Prefetto, che deve individuare i tratti di tali strade ove può essere possibile l'attività di controllo remoto del traffico.

Sulle strade urbane di quartiere e locali (tipo E ed F) non è invece consentito l'uso di apparecchi automatici. Su di esse è possibile solo attività di controllo con intervento diretto della polizia (anche attraverso apparecchi a rilevazione manuale).

Ricordiamo che per gli apparecchi a funzionalità automatica a distanza, stante apposita omologazione, non è obbligatoria la presenza degli agenti e non è prevista la necessità di fermare il veicolo, in deroga a quanto prevede in modo generico il c.d.s..

Stessa cosa per gli apparecchi mobili a funzionalità automatica. In questo caso gli apparecchi possono essere alloggiati dentro un'auto in sosta fuori della carreggiata, oppure su cavalletti o su strutture removibili.

Gli apparecchi mobili utilizzati con la presenza degli agenti, compresi quelli ad uso manuale, possono invece essere usati su tutte le strade, sia urbane che extraurbane, e sulle autostrade.

Con una differenza. Sulle autostrade, strade extraurbane principali nonché su strade extraurbane secondarie ed urbane di scorrimento segnalate dal Prefetto, non è necessaria la contestazione immediata nè che sul verbale siano precisate le motivazioni del mancato fermo.

Sulle altre strade, quindi quelle urbane, locali e in generale quelle non segnalate dal Prefetto, la contestazione differita è ammessa solo se l'apparecchio, direttamente controllato dall'agente di polizia, consente l'accertamento solo dopo che il veicolo è passato, oppure se sia impossibile fermare lo stesso in tempo utile, nei modi regolamentari e in sicurezza.

In questi casi il verbale deve richiamare l'art.201 el codice della strada, che prevede questi casi di deroga all'obbligo di fermo, e deve citare le modalità di controllo che legittimano il mancato fermo.

Ricordiamo anche che le pattuglie, così come le auto sulle quali sono eventualmente posti gli apparecchi, devono risultare ben visibili, oltre che segnalate.

In tutti gli altri casi diversi da quelli ora detti, la contestazione deve essere immediata, quando possibile, ed il verbale deve eventualmente indicare con chiarezza le motivazioni del mancato fermo.

Da ricordare che le strade extraurbane che attraversano un centro abitato diventano, a seconda delle loro caratteristiche e a prescindere da chi ne abbia la proprietà la gestione, urbane di scorrimento, urbane di quartiere o locali.

Nel primo caso gli apparecchi automatici potrebbero essere installati solo dietro autorizzazione del Prefetto. Negli ultimi due casi, invece, non sarebbe possibile alcuna rilevazione automatica.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su dove possono essere installati gli autovelox.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.