Che cos'è un autovelox

Dispositivi autovelox: di cosa si tratta? L'autovelox è un sistema che consente di determinare la velocità di un'automobile. È basato sull'emissione e ricezione di una coppia di raggi laser paralleli, invisibili e assolutamente innocui, che attraversano la strada perpendicolarmente.

In pratica la misura viene effettuata sullo stesso veicolo per quattro volte, due in entrata, due in uscita, e così si riduce qualsiasi possibilità di errore dovuto, per esempio, alla presenza di più veicoli in marcia parallela.

L'autovelox comprende anche una macchina fotografica completa di dispositivo per la sovraimpressione automatica dei dati dell'infrazione. Si trova all'altezza del rilevatore di velocità, in modo da riprendere la parte posteriore del veicolo trasgressore.

Lo scatto avviene con un ritardo inversamente proporzionale alla velocità del veicolo, in modo che la targa, indipendentemente dalla velocità di marcia, sia sempre ben visibile. Sopra il rilevatore è presente il computer di comando, che è dotato di un analizzatore statistico: fornisce dati relativi al flusso veicolare di una strada e un grafico sulla distribuzione delle velocità per numero di veicoli.

Esistono, inoltre, altri dispositivi simili agli autovelox: i t-red, photored, tutor, telelaser.

La loro funzione, ovvero multare i trasgressori, è la stessa. Il procedimento e le violazioni che attestano, a volte, diverse.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.