La definizione agevolata delle cartelle equitalia

In cosa consiste la definizione agevolata

La Legge di Stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013, numero 147, articolo 1, commi da 618 a 624) ha previsto la possibilità per i contribuenti di pagare le cartelle e gli avvisi esecutivi senza gli interessi di mora e gli interessi per ritardata iscrizione a ruolo.

I debiti, quindi, non vengono “annullati” del tutto, ma solo per la parte relativa agli interessi.

Riassumendo, con la sanatoria non vanno pagati:

  • gli interessi di mora, che maturano dalla data di notifica della cartella in caso di mancato pagamento delle somme entro i 60 giorni previsti;
  • il tributo relativo agli interessi per ritardata iscrizione a ruolo, riportato nell'estratto di ruolo e indicato nelle cartelle/avvisi emessi per conto dell'Agenzia delle entrate.

Sono invece da pagare:

  • il restante importo del debito (al netto degli interessi non dovuti);
  • l'aggio;
  • le spese di riscossione e quelle per eventuali procedure attivate.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la definizione agevolata delle cartelle equitalia. Clicca qui.

Stai leggendo La definizione agevolata delle cartelle equitalia Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 26 gennaio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria autotutela sgravio rimborso sospensione rottamazione sanatoria condono della cartella esattoriale Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info