Salve, nel mese di luglio 2008 ho informato verbalmente la mia banca che alla fine del mese avrei chiuso il conto corrente

Salve, nel mese di luglio 2008 ho informato verbalmente la mia banca che alla fine del mese avrei chiuso il conto corrente. A mia insaputa hanno avviato il blocco del conto per chiusura. Mi sono accorto di ciò dopo 10 giorni, quando dall'estero ho cercato di effettuare un prelievo. Nel frattempo un assegno da me emesso è andato in protesto causa mancanza di convenzione con la banca!!. Sono riuscito a pagarlo in tempo ed ho la dichiarazione autenticata del beneficiario, ma cosa devo fare per togliere la segnalazione alla CAI?? Inoltre vorrei citare la banca per ottenere un giusto risarcimento. Grazie in anticipo per la gentile risposta.

Commento di Alberto | Venerdì, 12 Settembre 2008

Dal momento in cui l'assegno non viene pagato per mancanza di fondi, il soggetto interessato (il traente) - a cui viene debitamente notificato l'inizio della procedura con il cosiddetto “preavviso di revoca” - ha 60 giorni di tempo per pagare. Il preavviso di revoca viene inviato per telegramma o raccomandata a/r entro 10 giorni dalla presentazione al pagamento dell'assegno.

Il pagamento, detto “tardivo” (nel termine dei 60 giorni dalla presentazione e mancata riscossione) comprende gli interessi legali, alcune spese (di protesto o di gestione per la dichiarazione di constatazione equivalente) nonché’ una penale che normalmente si aggira intorno al 10% dell'importo dell'assegno.

Tale pagamento può essere effettuato presso lo sportello della banca su cui è tratto l'assegno tramite la costituzione di deposito infruttifero vincolato al portatore del titolo non pagato (il creditore), presso il pubblico ufficiale che ha levato il protesto (notaio, ufficiale giudiziario o segretario comunale), oppure direttamente nelle mani del creditore, che rilascia quietanza alla banca o alla posta su un modulo predisposto. Modulo, che ovviamente, va riconsegnato alla banca trattaria per evitare la segnalazione al CAI.

Dunque con la CAI non dovresti aver problemi.

Piuttosto invece, verifica che non ti abbiano protestato l'assegno. Sono due procedure indipendenti. Come potrai leggere qui

Per quanto riguarda la citazione della Banca in giudizio ti consiglierei di lasciar perdere. Non ne cavi un ragno dal buco, e butti via altri soldi.

Eppoi, Alberto, almeno per una volta diciamola tutta: i casini ce li andiamo proprio a cercare. La chiusura del conto potevi disporla al rientro del viaggio. E quando si danno disposizioni di chiusura conto, di assegni non se ne staccano più…. perchè dall'altra parte c'è un meccanismo infernale che non sta a vedere in che giorno deve bloccare il conto, per di più di un cliente che va via!!!

Commento di karalis | Venerdì, 12 Settembre 2008

12 settembre 2008 · Ludmilla Karadzic

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su salve, nel mese di luglio 2008 ho informato verbalmente la mia banca che alla fine del mese avrei chiuso il conto corrente.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.