Saldo stralcio - Come comportarsi per concludere l'accordo [Commento 1]

  • camerata 14 marzo 2013 at 11:16

    Salve,
    gentilmente potreste indicarmi una lettera-tipo per proporre un saldo a stralcio alla finanziaria?
    non so cosa devo scrivere.
    Grazie per l'attenzione

    • Simone di Saintjust 14 marzo 2013 at 11:29

      Non funziona così. Si aspetta che la finanziaria pretenda il credito, per intero, maggiorato da interessi moratori di tipo usurario e spese legali abnormi (pretendono le spese legali anche in fase stragiudiziale, sic).

      Fare una proposta di saldo e stralcio indica che il debitore ha urgenza di chiudere la propria posizione in CRIF, magari illuso dalla prospettiva di poter successivamente accedere ad un nuovo e più sostanzioso finanziamento di qui a tre anni. Cosa che quasi mai accade. Su queste basi, difficile se non impossibile che il creditore accetti la transazione.

      Quindi si attende la richiesta del creditore. Si risponde con la lettera tipo tratta da questo articolo, per esempio.

      Il creditore deve capire che se insiste troppo rischia di farsi male e che il debitore non è uno sprovveduto. Che si opporrà al decreto ingiuntivo, magari accusando, con prova, che gli interessi applicati superano la soglia di usura. Nel qual caso il creditore rischia poi un processo penale.

      Reso più malleabile l'atteggiamento del creditore, che deve comprendere che le "lettere tipo" al debitore gli fanno il classico baffo, si scrive: posso pagare tot. Non li ho, ma chiedo un prestito ai miei parenti giusto per non sentirvi più. Prendere o lasciare. Punto.

      Insomma, il debitore deve essere convinto che quel treno non passerà più; che il tot rappresenta soldi trovati per terra o come si dice, il grasso che cola ...

    • camerata 14 marzo 2013 at 11:35

      Salve Simone, la ringrazio per la risposta.
      Le spiego in breve la mia situazione, Fiditalia mi ha chiuso il finanziamento per "scadenza dei termini" era un anno che non pagavo una rata da 55 euro al mese.
      Qualche giorno fa è venuto a casa mia un esattore di un agenzia e abbiamo guardato la mia situazione, con gli interessi devo ancora pagare 2250 euro, l'esattore ha proposto o cambiali o un saldo a stralcio, ma mi ha detto che dovevo presentare una proposta di saldo a stralcio alla finanziaria.
      Come mi devo comportare?
      Loro aspettano una proposta da me.

    • Simone di Saintjust 14 marzo 2013 at 11:43

      Mi spiace Camerata ma lei deve studiare gli articoli di questa sezione, prima di perdere il proprio tempo a discutere con gli esattori Fiditalia.

      C'è tutto scritto. Le cambiali non si firmano perchè sono titoli esecutivi alla scadenza. Così il creditore non deve chiedere un decreto ingiuntivo e lei non può opporsi adducendo l'esosità degli interessi. Con gli assegni post datati non solo fornisce strumenti al creditore per bypassare l'esame della legittimità della pretesa, ma rischia anche una sanzione per imposte evase. Insomma, può finire con il classico "cornuto e mazziato".

      La rimando a settembre ...

    • camerata 14 marzo 2013 at 11:46

      :) grazie Simone,
      farò tesoro dei suoi consigli, adesso mi leggo tutti gli articoli e procedo come da lei consigliato.
      grazie mille per l'attenzione e la disponibilità.

    • Simone di Saintjust 14 marzo 2013 at 12:00

      Non si tratta di cattiva volontà. Ma dovrei prenderli ed incollarli qui. Li abbiamo scritti apposta per situazioni come la sua. Nessuno, meglio di lei conosce i particolari e le esigenze che possono muoverla a chiedere ed ottenere una definizione della posizione debitoria.

      Leggendo senza interferenze di terzi, spesso fuori luogo perchè ignoranti dello specifico contesto, lei può prendere consapevolezza dei pro e contro dei vari aspetti ed assumere poi una decisione serena e consapevole. La lettera tipo è l'ultima cosa. Più che altro serve la conoscenza.

1 2

Torna all'articolo