Srl : la riduzione del capitale sociale » riduzione per perdite

La società delibera una riduzione di capitale in caso di perdite, cioè quando il valore del patrimonio netto è inferiore al capitale di riferimento.

Il procedimento di riduzione è quello previsto per le spa.

In ogni caso i soci conservano i diritti sociali secondo il valore originario delle rispettive quote.

Inoltre, nel caso di riduzione per perdite di oltre un terzo, l'atto costitutivo può prevedere modalità diverse di comunicazione ai soci della relazione sulla situazione patrimoniale (almeno otto giorni prima dal deposito alla sede sociale) oppure escludere tale obbligo.

In sostanza l'assemblea aspetta di vedere se, nel corso dell'esercizio successivo, si riuscirà a far diminuire la perdita: se nel corso dell'esercizio successivo la perdita subita in precedenza non risulta diminuita a meno di un terzo, non si potrà evitare la riduzione del capitale sociale.

Di conseguenza l'assemblea ordinaria o il consiglio di sorveglianza che approva il bilancio di questo esercizio, deve ridurre il capitale in proporzione delle perdite accertate.

Ma potrebbe accadere che l'assemblea (o il consiglio di sorveglianza) non procedano alla riduzione.

In tal caso gli amministratori e i sindaci o il consiglio di sorveglianza devono chiedere al tribunale che sia disposta la riduzione del capitale in ragione delle perdite risultanti dal bilancio.

Il tribunale, provvederà, sentito il pubblico ministero, con decreto soggetto a reclamo, che deve essere iscritto nel registro delle imprese a cura degli amministratori.

Questa disciplina è parzialmente modificabile nel caso in cui siano state emesse azioni senza valore nominale.

Qui, infatti, la delibera di riduzione del capitale può essere presa dal consiglio di amministrazione.

Ciò sarà possibile solo se:

  • è stato previsto dallo statuto o da una sua modificazione
  • vi è stata una deliberazione dell'assemblea straordinaria

24 ottobre 2013 · Marzia Ciunfrini

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca