Madrid vs ryanair » clausole abusive e pagamento carta d'imbarco illegittima

Nuova capitolo nella lunga guerra tra la compagnia low cost irlandese Ryanair e la magistratura spagnola. Stavolta segnano un punto a loro favore i consumatori iberici, a cui ha dato ragione un Tribunale Mercantile di Madrid, annullando otto clausole dei contratti firmati con i passeggeri, giudicate abusive.

Tra queste c'è una delle più note e più impopolari: Ryanair non potrà più pretendere 40 euro a chi si presenterà al check-in senza la carta d'imbarco stampata. Secondo la sentenza è un prezzo sproporzionato, essendo molte volte superiore a quello del biglietto.

A parere del Tribunale Mercantile di Madrid, infatti, in caso di acquisto del biglietto aereo tramite internet, è illegittima la pretesa di Ryanair di far pagare un surplus, ai passeggeri che non abbiano fatto il check-in online, per la stampa della carta di imbarco ad opera del personale di volo.

Una decisione che potrà avere certamente effetti, anche a breve, nel nostro Paese.

Annullata anche la pretesa di Ryanair di ricevere pagamenti solo con carta di credito in aeroporto, che le permette anche di rifiutarsi di trasportare il passeggero e il suo bagaglio, nel caso non sia dotato di credit-card e abbia solo i contanti.

Ryanair non potrà neanche più proibire ai passeggeri di portare determinati oggetti come denaro, chiavi, macchine fotografiche, computers, cellulari, medicine, ecc nel proprio bagaglio.

Inoltre, per la compagnia non sarà più possibile esigere i documenti d'identità del suo regolamento interno, negando valore a documenti ufficiali, riconosciuti dalle autorità aeroportuali e dalla Spagna.

Si parla di documenti come il libro di famiglia, la patente, il permesso di residenza o il passaporto non necessariamente in vigore: questa regola ha creato spesso problemi a chi viaggia con minorenni, rischiando di non poter viaggiare, a causa delle esigenze di Ryanair.

Concludendo non sarà solo la legge irlandese ad essere applicabile né potranno essere competenti solo i tribunali irlandesi in caso di denunce e dispute.

Il Tribunale madrileno ordina a Ryanair di ritirare queste clausole dai suoi contratti.

La compagnia irlandese potrà presentare ricorso contro la sentenza e si aspetta adesso la sua reazione.

10 dicembre 2013 · Giovanni Napoletano

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, ,

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su madrid vs ryanair » clausole abusive e pagamento carta d'imbarco illegittima. Clicca qui.

Stai leggendo Madrid vs ryanair » clausole abusive e pagamento carta d'imbarco illegittima Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 10 dicembre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - viaggi vacanze e tempo libero Inserito nella sezione tutela consumatori del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


cerca