Certificato di rottamazione del veicolo

Il cosiddetto certificato di rottamazione è rilasciato dal centro che svolge l'autodemolizione e costituisce il documento tramite cui l'intestatario del veicolo è sollevato da qualsiasi responsabilità penale, amministrativa e civile. Dalla data in esso segnata ha ufficialmente fine il dovere di pagare il bollo auto.

Esso contiene i dati relativi al proprietario del veicolo, dunque cognome, nome e indirizzo, e al veicolo stesso includendo pertanto il modello, la classe di appartenenza, il telaio, la marca e la targa.

Sul documento è apposta la firma di chi consegna l'auto al centro e del responsabile del luogo adibito alla demolizione.

Attraverso il certificato di rottamazione si richiede la cancellazione dal Pubblico Registro Automobilistico. Esso riporta anche l'ora e la data della consegna del documento. Il certificato va tenuto con estrema cura perchè potrebbe ritornare presto utile.

Ricordiamo che non tutti i centri sono adibiti all'autodemolizione per cui assume enorme rilevanza accertarsi che essi detengano l'autorizzazione per poter svolgere questo tipo di operazione.

Il certificato di rottamazione deve essere rilasciato obbligatoriamente dal centro operante nel settore includendo i dati appena elencati.

Se così non fosse, allora è bene recarsi in un altro centro autorizzato dove poterlo esigere senza alcun problema.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su certificato di rottamazione del veicolo.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.