Roaming: partite le nuove disposizioni » tariffazione fissa

Roaming: dal 1 luglio 2014 sono partite le nuove disposizioni. La tariffazione sarà fissa, anche per le chiamate all'estero. Scopriamo le novità nel prosieguo dell'articolo.

Basta brutte sorprese sul roaming: quando si andrà all'estero la compagnia di telefonia mobile dovrà inviare un sms con il riepilogo delle tariffe in vigore.

Dal 1 luglio 2014 sono entrate in vigore le nuove soglie massime, imposte dall'Ue, sul traffico telefonico all'estero, in attesa del dicembre 2015, anno in cui il roaming dovrebbe sparire definitivamente.

Per ora, grazie al Regolamento della UE le chiamate in uscita non potranno costare più di 23,1 cent al minuto (19 cent + Iva), mentre le chiamate in entrata non potranno costare più di 6,1 cent (5 cent + Iva).

Inoltre, gli Sms in uscita non potranno costare più di 7,3 cent (6 cent + Iva) e per i collegamenti a internet il massimo costo è 24,4 cent per Megabyte scaricato (20 cent + Iva).

Da notare bene, però, che ciò non significa che eventuali opzioni tariffarie più salate siano fuorilegge.

Questi sono i limiti in vigore, a meno che il cliente non sottoscriva volontariamente un piano tariffario diverso, di cui sarà lui a valutare la convenienza.

Insieme alle novità già elencate, ricordiamo che scatta, inoltre, il limite di 50 € massimi da addebitare sulla navigazione internet, valido non solo per l'Europa ma per tutto il mondo.

Gli utenti riceveranno un avviso al raggiungimento dell'80% del limite concordato e al superamento della soglia. A quel punto, potranno continuare a utilizzare il servizio extra-soglia, ma fornendo l'assenso via sms o mediante lo strumento messo a disposizione.

Ma cosa accade se la nostra compagnia telefonica non ha rispettato le norme? Qualora la stessa faccia pervenire una bolletta gonfiata è opportuno contestarla per iscritto ricordando i massimali tariffari e chiedendo un ricalcolo. L'operatore a quel punto dovrà inviare una nuova bolletta con le tariffe corrette.

Se il problema non dovesse risolversi è bene rivolgersi a un avvocato o una associazione dei consumatori e inviare una segnalazione all'Agcom.

7 luglio 2014 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, ,

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su roaming: partite le nuove disposizioni » tariffazione fissa. Clicca qui.

Stai leggendo Roaming: partite le nuove disposizioni » tariffazione fissa Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 7 luglio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - fonia adsl RAI e pay tv Inserito nella sezione tutela consumatori del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


cerca