Ristrutturazione casa e detrazione interessi mutuo » Il vademecum

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

1. Piccolo prontuario sulla ristrutturazione della casa e sulla detrazione degli interessi del mutuo
2. Cosa si intende per ristrutturazione della casa
3. I requisiti per la detrazione sulla ristrutturazione dell'abitazione
4. Applicazione della detrazione sulla ristrutturazione quando il mutuo è cointestato

Piccolo prontuario sulla ristrutturazione della casa e sulla detrazione degli interessi del mutuo

In questo articolo cercheremo di chiarire al lettore come fare per effettuare la detrazione degli interessi sul mutuo contratto per la ristrutturazione di casa. Inoltre, analizzeremo quali sono i requisiti richiesti e le fattispecie che permettono di godere dell'agevolazione fiscale ed il limite annuale di interessi da portare in detrazione.

Cosa si intende per ristrutturazione della casa

Per la costruzione o ristrutturazione della casa si intendono quegli interventi che devono essere avviati, previa autorizzazione da parte del Comune, dove risiede l’immobile.

Si tratta, pertanto di:

  1. interventi di manutenzione ordinaria, quelli che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti;
  2. interventi di manutenzione straordinaria, le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso;
  3. interventi di restauro e di risanamento conservativo, quelli rivolti a conservare l’organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell'organismo stesso, ne consentano destinazioni d’uso con essi compatibili. Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell'edificio, l’inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell'uso, l’eliminazione degli elementi estranei all'organismo edilizio;
  4. interventi di ristrutturazione edilizia, quelli rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente. Tali interventi comprendono il ripristino o la sostituzione di alcuni elementi costitutivi dell'edificio, la eliminazione, la modifica e l’inserimento di nuovi elementi ed impianti;
  5. interventi di ristrutturazione urbanistica, quelli rivolti a sostituire l’esistente tessuto urbanistico-edilizio con altro diverso
    mediante un insieme sistematico di interventi edilizi anche con la modificazione del disegno dei lotti, degli isolati e della rete stradale. Le definizioni del presente articolo prevalgono sulle disposizioni degli strumenti urbanistici generali e dei regolamenti edilizi.



I requisiti per la detrazione sulla ristrutturazione dell'abitazione

Veniamo ora ai requisiti richiesti per la detrazione sulla ristrutturazione di una casa, qualora si abbia già contratto un mutuo.

Per poter usufruire della detrazione in questione è necessario che siano rispettate le seguenti condizioni, ovvero:

3 giugno 2014 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

fisco tasse e tributi - contenuti obsoleti

Approfondimenti e integrazioni

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca