Ludmilla Karadzic

In effetti è difficile che Equitalia proceda al pignoramento presso la residenza del debitore, a meno che non si tratti di un immobile di lusso, all'interno del quale si presume di rinvenire quadri d'autore, opere d'arte in genere ed arredamenti di pregio e/o antichi.

L'esperienza acquisita presso le case dei comuni debitori ha portato Equitalia a comprendere che il pignoramento, come appunto lei accennava, veniva strumentalizzato al fine di svuotare l'appartamento della roba vecchia. Quindi, generalmente, adesso desiste dall'attivare questa tipologia di azione esecutiva.

Con lei, probabilmente, Equitalia aspetterà il momento giusto, se mai verrà (io glielo auguro, paradossalmente): ne ha tutto il tempo e non c'è altro da fare, al momento. Appena lei troverà un lavoro, non in nero, le verrà pignorato un quinto dello stipendio. Se lo zio d'America le lascerà qualcosa, quel qualcosa le sarà tolto fino a compensare il debito. Se lei vincerà alla lotteria, Equitalia bloccherà il conto corrente e prenderà quanto le spetta. Se acquisterà un veicolo, verrà disposto un fermo amministrativo.

Se avrà figli, toccherà poi a loro pagare, qualora non rinunciassero tempestivamente all'eredità.

Concludo con un breve vademecum di sopravvivenza per debitori Equitalia:

  1. adottare il regime patrimoniale coniugale di separazione dei beni. Meglio una vera e propria separazione legale (per l'accordo da omologare basta un azzeccagarbugli qualsiasi, a cui offrire, per l'incomodo, cappuccino e cornetto al bar del tribunale);
  2. vendere la casa di proprietà prima che Equitalia vi iscriva ipoteca;
  3. abitare in affitto con comodato d'uso di arredi, suppellettili ed elettrodomestici. Tutto registrato ed elenco dei beni in comodato puntualmente dettagliato;
  4. circolare con veicolo rigorosamente intestato ad altri: moglie separata, fratello, amico ecc… ;
  5. mai depositare in conto corrente, bancario o postale: tanto ormai lo stato espropria anche quelli con la scusa che son dormienti. Ed allora (anche come corrispettivo di lavoro) banconote da 500 euro, avvolte e compattamente sistemate in ovuli di materiale inerte per inserimento rettale. Con il tempo ci si abitua …

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.